Un pieno di “Concept cars” al 79° Salone di Ginevra

 Al 79° Salone dell’automobile di Ginevra, vetrina elvetica sul mondo dell’auto, ogni anno i costruttori piccoli e grandi sembrano fare a gara per sbalordire i visitatori con le loro “concept cars”, che possono essere di vario tipo. Vi sono vetture, come la Subaru Legacy concept, che anticipano prossimi modelli di serie, altri che si lanciano in interpretazioni futuristiche di veicoli di vario genere, come certi SUV e Crossover, altri ancora puntano sul basso impatto ambientale o le emissioni zero (veicoli elettrici).

Clikkando sulle immagini queste saranno visibili in dimensioni più grandi.

Renault Z.E. (zero emission) concept

Renault Z.E. (zero emission) concept

Uno dei più simpatici riprendeva la versione corta del Kangoo della Renault e la elaborava in chiave futurista, con improbabili vetri luminescenti, belli a vedersi sulla Show Car ma ovviamente inapplicabili su un’auto destinata a viaggiare su strada.

Fra i tanti mezzi esposti spicca la GT della Citroën, una avveniristica auto da Gran Turismo che è nata niente meno che da un videogioco. Il modello marciante era esposto in una nicchia dal fondo scuro e illuminato quasi a farlo sembrare una astronave appena atterrata.

La stessa Citroën, in altra zona del proprio Stand, presentava una versione aggiornata ed elettrica del prototipo Cactus, già esposto a un precedente Salone. 

Citroën Cactus elettrica

Citroën Cactus elettrica

L'impressionante tre quarti anteriore della GTbyCitroën

La vista di tre quarti della GTbyCitroën

La GTbyCitroën vista dal lato guida

La GTbyCitroën vista dal lato guida

L'elaborato muso della GTbyCitroën

Il muso impressionante della GTbyCitroën

BMW 5 gran turismo concept
BMW presentava invece una versione granturismo pensata per la propria serie 5, una coupé a 4 porte sul genere inaugurato dalla Mercedes Benz CLS e dalla Volkswagen Passat CC.
Opel Ampera electric concept car
L’Ampera di Opel con le batterie agli ioni di litio è in grado di percorrere 60 km in modalità totalmente elettrica. Un motore termico di supporto permette di percorrere centinaia di chilometri innestandosi per ricaricare le batterie e assicurare un continuo apporto di energia ai motori elettrici, aumentando così l’autonomia  della vettura.
Mazda Kiyora
Mazda invece con Kiyora propone una vettura futurista mossa da un convenzionale 4 cilindri, trattato elettronicamente in modo da ridurre al minimo le emissioni e arrestarsi automaticamente ogni volta che la vettura si ferma.
I.D.E.A. Institute ERA concept
L’I.D.E.A. institute si è presentato con questa aggressiva barchetta, il  cui nome, ERA, richiamava agli appassionati di
storia, una celebre marca inglese che, tra le due guerre, si fece apprezzare in campo sportivo.
Mitsubishi iMiev sport
La vettura elettrica di Mitsubishi è una realtà. La i Miev, con motore da 47 kW e 140 km di autonomia, entrerà in produzione per il mercato giapponese nel 2010 ed approderà in Europa nel 2011.  A Ginevra era presentata la versione coupé chiamata i Miev Sport.
Volvo S60 concept (1) Volvo S60 concept
Volvo mostrava la S60 Concept, una aggressiva berlina con soluzioni di design nate per prefigurare la nuova S60 che arriverò nel 2010. E’ previsto un motore Turbodiesel da 180 CV che, opportunamente regolato elettronicamente, è in grado di consumare appena 5 litri ogni 100 Km e rientrare sotto il limite dei 120 gr/km di CO2.
Chrysler 200C EV concept  Dodge Envi
Chrysler, nonostante le difficoltà, esponeva due vetture elettriche: la Chrysler 200 C EV Concept, berlina da 272 CV con autonomia di 60 km in modalità completamente elettrica e di 650 quando impiegata con un motore da 75 Cv che ricarica le batterie agli ioni di litio. La Dodge Envi che le stava accanto rappresentava l’evoluzione sportiva della concept car.
Ford Iosis Max concept Ford Iosis Max interni
Ford ha giocato la carta della monovolume Iosis Max Cocept, bella fuori e avveniristica dentro.
Dacia Duster concept
Persino la romena Dacia ha voluto presentare a Ginevra la sua Concept car. Chiamata Duster è un po’ coupé sul lato sinistro e un po’ SUV sul destro, dove le porte sono due e vi è la possibilità di caricare una bicicletta.
Peugeot RC Hybrid Magna Steyr Mila
Peugeot affinava l’idea di una berlina-gran turismo di cui qualcosa aveva già mostrato in anni passati, con la RC Hybrid, mentre Magna Steyr con la Mila puntava sull’auto elettrico con pacco batterie integrato nella struttura del telaio/scocca.
Kia N3
Kia ha presentato la concept N°3, che in realtà è l’anticipazione della vettura destinata a sostituire la Rio nel segmento B. La nuova piccola monovolume sarà lunga circa 4 metri (4,04 è la misura del concept N°3) e avrà motori convenzionali a benzina e diesel.
Fioravanti F.1 concept
Fioravanti, con la LF1 si esibiva niente meno che con un concept di formula 1 con uno studio aerodinamico che, eliminando l’alettone posteriore, si prefigge di evitare i danni dell’effetto scia. Rispetto alle F1 che si vedono sui circuiti l’insieme ha un aspetto veramente inconsueto.
Mercedes Benz SLR 
La Mercedes Benz esponeva a Ginevra la SLR, una affusolata vettura pensata non come una concept car, anche se a tutta prima sembra davvero un pezzo unico. Si tratta invece di una macchina dedicata in ricordo del celebre pilota Stirling Moss, che verrà prodotta in piccolissima serie al prezzo di 750.000 euro. Una bazzeccola.
Giugiaro Frazer Nash
Riprendendo il nome di un marchio inglese quasi dimenticato, ma vittorioso con le sue vetture sportive perfino alla Targa Florio del 1951, Giugiaro ha presentato la ibrida Frazer Nash Namir, aggressiva nella linea e con prestazioni di rispetto. Mossa da un rotativo di 814cc accoppiato a un generatore e a due motori elettrici, è in grado di erogare ben 370 CV, con una velocità massima di 300 Km/h e un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in appena 3,5 secondi. Il consumo medio è di 39 Km/litro e le emissioni di CO2 sono la metà di quelle di una utilitaria: appena 60g/Km.
468 ad