Solido Citroen Type H in scala 1/18

71 anni fa nasceva il Citroën H, il primo veicolo commerciale moderno. Di solito sono i veicoli di altre marche ad essere ricordati grazie al loro successo. Il Citroën H è stato prodotto dal 1947 al 1981 in meno di 500.000 esemplari. Si tratta di un numero non indifferente ma ben lontano da quello raggiunto da altri furgoni commerciali, specialmente se si tiene conto del lungo periodo in cui rimase a listino.

71 years ago the Citroën H was born, the first modern commercial vehicle. It is usually vehicles of other brands that are remembered thanks to their success. The Citroën H was produced from 1947 to 1981 in less than 500,000 specimens. This is a number not indifferent but far from that reached by other commercial vans, especially if we take into account the long period in which it remained listed.

La recente versione pompieri del Citroën H della Solido in scala 1:18

A seguito del lancio della Traction Avant, nel 1936, Citroën mise allo studio un veicolo utilitario chiamato TUB (ovvero “Traction Utilitaire Basse”, cioé furgone a trazione anteriore a piano di carico basso) che venne presentato nel 1939 ed ebbe vita effimera a causa dello scoppio della Guerra.

Al Salone di Parigi del 1947 venne presentato il furgone Citroën Type H, concepito con un sistema modulare che prevedeva un basso pianale ampio e spazioso con una struttura monoscocca tipicamente realizzata con lamiere ondulate. Disegnato da Flaminio Bertoni insieme ad André Lefèbre, aveva la meccanica della Traction Avant della quale montava il vecchio 1600cc da 45cv, al quale in seguito si aggiunse il 1911cc della DS19 e – più tardi – motori Diesel Indenor o Perkins. La soluzione motore e trazione anteriore lasciava il piano di carico ad appena 35 centimetri dal suolo e la portata era di ben 1200 chilogrammi. Non era poco per un veicolo che nella versione base era lungo appena 4278mm dei quali oltre 2440 disponibili nel vano di carico. Esistevano poi diverse combinazioni che consentivano, allungando lo sbalzo posteriore o il passo o entrambe le misure, di arrivare fino a 4 metri e 24cm di spazio utile interno nel senso della lunghezza. Il vano di carico era accessibile da una ribaltina posteriore con due sportelli bassi apribili indipendentemente e da uno sportello laterale scorrevole (fra i primi offerti di serie su un veicolo del genere).

Un esemplare di Citroën H anteriore al 1964: parabrezza diviso e specchietti tondi

Un esemplare restaurato di Citroën H a parabrezza unico, visto a Novegro e privo del tipico Chevron

Nei suoi anni di carriera il Type H è rimasto pressoché immutato, affidando il riconoscimento delle serie più vecchie a piccoli dettagli di fanaleria.

Le uniche innovazioni di un certo rilievo giunsero nel 1964, quando il parabrezza unico sostituì il vecchio tipo in due parti e venne installata la strumentazione della Ami 6. In quell’anno arrivò anche il motore Indenor Diesel di 1800cc, dello stesso tipo che equipaggiava la Peugeot 403, il quale mandava in pensione la versione con Diesel Perkins.

L’edizione Solido in scala 1:21 del Citroën H con parabrezza diviso e specchietti rotondi

Veniamo a esaminare il modello in scala 1:18 che la Solido ha da tempo in catalogo. Occorre premettere che già in precedenza la Solido aveva prodotto un modello del Citroën H, ma si trattava di una curiosa riduzione in scala 1:21, quasi che la Casa francese avesse paura che il modello risultasse troppo grande. In ogni caso la nuova riproduzione nella canonica scala 1:18 è assai diversa dalla precedente miniatura: infatti il primo modello aveva il parabrezza diviso, che contraddistingueva il Type H fino al 1964. Il modello attuale è dunque successivo a quella data: lo si vede anche dal cruscotto dell’Ami 6, perfettamente realizzato e ben visibile attraverso i finestrini, un po’ meno attraverso le portiere che hanno un limitato angolo di apertura.

Dietro è apribile solo la ribaltina, mentre la porta laterale scorrevole è fissa.

We come to examine the model in scale 1:18 that Solido has a few years in the catalog. It should be premised that Solido had previously produced a model of the Citroën H, but it was a curious reduction in scale 1:21, as if the French House was afraid that the model would be too large. In any case, the new reproduction in the canonical scale 1:18 is very different from the previous miniature: in fact the first model had the divided windshield, which distinguished the Type H until 1964. The current model is therefore subsequent to that date: you see it also from the AMI 6 dashboard, perfectly realized and clearly visible through the windows, a little less through the doors that have a limited opening angle.

 

Le sole aperture sono le portiere e la ribaltina posteriore con il piccolo lunotto

La porta laterale scorrevole è invece fissa

Il modello è ben riprodotto, anche nella parte inferiore, con un più che discreto accenno ai vari organi meccanici e alla ruota di scorta che sporge dal vano laterale.

Non manca la tiranteria dello sterzo, che è funzionante.

La versione dei pompieri è bicolore e presenta alcune scritte piuttosto ben fatte. Tuttavia i due girofari e gli specchietti sono forniti a parte per il montaggio da parte dell’acquirente. Con un po’ di colla cianoacrilica gli specchi retrovisivi stanno subito a posto, mentre per montare i girofari si va incontro a qualche difficoltà, dovendosi allargare i fori previsti sul tetto del veicolo prima di poterli pressare dentro. Una volta a posto è bene comunque ricorrere a una goccia di colla per non rischiare che si stacchino e vadano persi.

Il cruscotto è ben riprodotto anche nei dettagli di spie e pulsanti, come pure il volante

Le portiere apribili, però, hanno un angolo di apertura molto limitato

Buoni i dettagli posteriori del veicolo

Solido ha avuto in catalogo diverse versioni del veicolo Citroën, l’ultima delle quali è un simpatico autonegozio con l’intera fiancata di sinistra che si apre verso l’alto.

Presentato a Norimberga qualche anno fa il Type H era disponibile in 1:43 e 1:18 con stessa livrea

Simpatica versione “Jouets Solido”

Sopra e sotto la versione autonegozio

Citroën H della catena di alimentari “Spar”

Sopra e sotto la versione “Michelin” con la riproduzione del “Bibendum” sul tetto

Per informazioni sui modelli in scala prodotti dalla Solido potete contattare la Mini Miniera, distributore esclusivo per l’Italia, ai seguenti  recapiti: Contatti tel 0171344420 oppure miniminierasas@gmail.com– sito web www.miniminiera.com

468 ad