Sessanta candeline per la Borsa di Verona

C’è un anniversario importante da festeggiare a Verona domenica primo febbraio 2015: il sessantesimo della “Borsa Scambio giocattoli e automodelli d’epoca” organizzata alla Fiera di Verona. Iniziata nel 1980 con cadenza annuale e qualche anno dopo diventata semestrale questa simpatica mostra-mercato ha conservato nel tempo una piacevole consuetudine: quella di non far pagare il biglietto ai visitatori, che possono entrare gratuitamente, il che di questi tempi non è cosa da poco. Organizzata da Danilo e Manuela Castellarin, l’appuntamento è da sempre un caratteristico punto d’incontro per i collezionisti di Dinky Toys, Corgi, Solido, Tekno, Schuco, Distler, Marklin e tutto il colorato campionario di balocchi, modelli, giocattoli del Novecento. Un variopinto caleidoscopio di emozioni che accoglie collezionisti di auto, moto, treni, aerei, bambole, soldatini, figurine, libri, foto, riviste, diorami, automobilia e molto altro ancora, senza porre distinzioni o classifiche, ma richiamando collezionisti da tutta Italia e da Francia, Austria, Germania, Svizzera, Croazia, Slovenia, Repubblica Ceca grazie alla fortunata posizione geografica di Verona, baricentro di molte autostrade, sede di aeroporto internazionale e importante nodo ferroviario.

There is an important anniversary to celebrate in Verona Sunday, February 1, 2015: the sixtieth of the ” SwapMeeting toys and model car in scale” organized at the Fiera di Verona. Begun in 1980 on an annual basis and a few years later became semiannual this nice exhibition has preserved a pleasant habit: that not to charge the ticket to visitors, who can enter for free .

Renault Bauli Borsa Verona 1980 (I^ edizione) (1)

Il modello promozionale della prima borsa scambio di Verona  in data 10 Maggio 1980

Danilo e Manuela Castellarin, organizzatori Borsa di Verona

Danilo e  Manuela Castellarin, gli organizzatori della borsa scambio di Verona

Gli organizzatori hanno sempre dato a questo evento un’impronta familiare, quasi da “festa fra amici”. E questa atmosfera speciale, in un mondo sempre più orientato solo al profitto, ha riscosso simpatia. Solo qui, in tanti anni di edizioni, sono passati collezionisti del calibro di Edoardo Massucci, Marco Bossi, Michele Conti, Manuel Olive Sans, Angelo Brescianino, Ugo Millul, Giorgio e Stefano Frisoni, Danilo Alasia, Pietro Panattoni, Gianpaolo Perrino, Andrea Perego, Gianluigi Iessi, Cesare Gaudenzi, Donato Teobaldi, Gino Coen, Adolfo Cravetto, Loris Crispino, Fabrizio Pitondo, Sergio Onofri, Licinio Ramunno, Franco Leoni, Claudio Rella, Giovanni Botta, Paolo Da Canal, Marco Douglas, Umberto Cattani, Bruno Libero Boracco, Marco Batazzi, Pierpaolo Torchio, Giuseppe Valla, Elio Re, Carla Rota, Oriele Bruschi, Alessandro Argelli, Franco Spreafico, Lorenzo Cavazzoni, Valerio Comuzzi, Angelo Tron, Roberto Rimondi, Franco Giambenini e molti altri ancora, impossibile citarli tutti.

Danilo Alasia Borsa Verona

Il noto collezionista  Danilo Alasia

image_1

Il modello promozionale della borsa scambio  edizione  n. 15 del 26 Settembre 1992

Da qualche anno  Verona accoglie anche lo stand di ‘Save the Children’ per ricordare a grandi e piccoli che collezionare e giocare è un privilegio per l’Occdiente mentre in molti paesi del Sud del mondo l’angoscia quotidiana è la pura sopravvivenza  Per molti anni la ditta specializzata ‘Brumm’ di Como ha realizzato per questo appuntamento un modello in tiratura limitata, ai quali seguirono, per due sole edizioni, i “Modelli intervistati”, con  la Maserati 250F di Maria Teresa De Filippis e la Ferrari 156 che Stirling Moss aveva già ordinato a Maranello prima del terribile incidente che gli troncò la carriera. Allegate alle due F1, le interviste ai due campioni di Castellarin, che nella vita fa il giornalista ed è autore di numerosi libri storici. Di storia si occupa anche la moglie, Manuela Tommasi, docente di Storia e Filosofia al Liceo Classico Maffei di Verona, pure lei autrice di diversi libri. L’appuntamento scaligero, forte di oltre 200 espositori, aprirà la stagione modellistica italiana 2015 con ingresso libero per i visitatori dalle 10 alle 16 di domenica 1 febbraio. (info.: 045-8032929 ore serali).

Emilio e Danilo Castellarin

I fratelli Danilo ed Emilio Castellarin

BorsaPubblico-001

Il padiglione della Fiera di Verona che é sempre piuttosto affollato

volantino1febbraio-001

La locandina della prossima Borsa Sscambio di Verona, la 30° edizione

image

Il modello promozionale della edizione n. 17 del  13 Novembre 1993

I modelli in serie limitata realizzati per Borsa Scambio di Verona dal 1980 al 2006

Per la prima edizione della Borsa Scambio di Verona, organizzata l’8 maggio 1980, a tutti gli espositori venne donato un furgoncino Renault 4 della Solido, giallo, con pubblicità Bauli. La Borsa si teneva infatti a Terrazza Bauli di viale del Lavoro. Già dal 1981 e per tutti i successivi modelli promozionali riservati agli espositori, i prodotti vennero realizzati dalla comasca Brumm che iniziò la fortunata serie con una Fiat 500B Topolino furgoncino blu scuro, seguita da varie versioni della stessa, sempre con colorazioni speciali ed esclusive. Nel 1985 venne realizzata una Fiat 500 C furgoncino gialla. Poi ancora due 500 B, una verdina e una amaranto. Seguirono 1100 furgone, Lancia B20, Porsche 356, Ferrari Testa Rossa ’59, ancora Fiat Topolino e 1100 come dettagliatamente specificato nell’elenco che segue, dove non manca una bella serie dell’Ecurie Francorchamps, livrea gialla. Fino alla Borsa di Verona del 2005 quando venne realizzata la Ferrari 156 F1 ex Innes Ireland con scatola ‘Auto d’Epoca’ e con allegata l’intervista a Stirling Moss che doveva guidarla ma subì un grave incidente su una Lotus. Alla Borsa di Verona del 2006 venne realizzata la Maserati 250F ex Maria Teresa De Filippis, anche in questo caso con allegata intervista e box esclusivo Brumm e logo esclusivo ‘Club International des Anciens Pilotes de Grand Prix F1’ del quale la De Filippis è stata per molti anni vicepresidente. I modelli limited edition (200 o 300 esemplari) vennero realizzati dalla Brumm per gli espositori nelle sole edizioni dispari della Borsa scaligera, che si svolgeva due volte l’anno, una con modello, l’altra senza. Solo nel 1991 vennero realizzati due modelli nello stesso anno, la Ferrari 815 amaranto con decal Hobby Center per la 12^ edizione del 23 marzo 1991 e la Fiat 500B Topolino Rana (giallo pallido) per l’edizione autunnale, cioè la 13^ Borsa di Verona del 12 ottobre 1991. Dal 2007, dopo i due “modelli intervistati” del 2005 e del 2006, non venne più realizzato nessun altro gadget in serie limitata.

 

 

1980 Renault 4 Solido furgone giallo BAULI…………….1^ Borsa Verona 1980

1981 Fiat Topolino B blu Hobby Center…………………..2^ Borsa Verona 1981

1982 Fiat Topolino B marrone Hobby Center…………..3^Borsa  Verona 1982

1983 Fiat Topolino B beige Hobby Center ……………..4^Borsa Verona 1983

1983 Fiat Topolino B beige Model Toys………………….4^Borsa Verona 1983

1984 Fiat Topolino B turchese Hobby Center………….5^Borsa Verona  1984

1985 Fiat Topolino C giallo Hobby Center……………….6^Borsa Verona 1985

1986 Fiat Topolino B verdino Hobby Center…………….7^Borsa Verona 1986

1987 Fiat Topolino B amaranto Hobby Center………….8^Borsa Verona 1987

1988 Fiat 1100 furgone verde scuro Hobby Center…..9^Borsa Verona 1988

1989 Lancia Aurelia B20 amaranto Hobby Center……10^Borsa Verona 1989

1990 Porsche 356 blu Hobby Center………………………11^ Borsa Verona 1990

 

Il 1991 è l’unico anno in cui vengono realizzati due modelli in serie limitata,

Il primo per la Borsa di primavera, il secondo per quella d’autunno:

 

1991 Ferrari 815 amaranto Hobby Center…………………12^Borsa Verona 1991

1991 Fiat Topolino B giallo pallido RANA………………… 13^ Borsa Verona 1991

 

1992 Fiat 1100 furgone giall e blu, pubblicità BRUMM………………..15^Borsa Verona 1992

1993 Ferrari 196S azzurra metallizzata pubblicità BRUMM………… 17^Borsa Verona 1993

1994 Jaguar DType azzurra metallizzata pubblicità BRUMM ……….19^ Borsa Verona 1994
1995  Porsche 550 cromata pubblicità BRUMM…………………………. 21^ Borsa Verona 1995
1996  Fiat 600 gialla berlina decapottabile………………………………….23^ Borsa Verona 1996
1997  Fiat 600 Multipla giallo/cromata 25° Brumm e Borsa Vr………25^ Borsa Verona 1997
1998  Ferrari 196S Francorchamps…………………………………………..27^ Borsa Verona 1998
1999 Ferrari 512 BB Le Mans Ec.Francorchamps……………………….29^ Borsa Verona 1999
2000 Ferrari 330P3 Francorchamps…………………………………………..31^ Borsa Verona 2000
2001 Ferrari 512S  Francorchamps……………………………………………33^ Borsa Verona 2001
2002 Ferrari 330P3 spyder Francorchamps………………………………..35^ Borsa Verona 2002
2003 Ferrari 512M  Francorchamps ………………………………………….37^ Borsa Verona 2003
2004 Porsche 550 RS spider Francorchamps……………………………. 39^ Borsa Verona 2004

2005 Ferrari 156 F1 Ireland-Moss……………………………………………. 41^ Borsa Verona 2005

2006 Maserati 250F F1 Maria Teresa De Filippis…………………………43^ Borsa Verona 2006

 

 

468 ad