SALONE di GINEVRA 2012

Cosa spinge gli appassionati a puntare il muso della propria auto verso il Salone di Ginevra tutti gli anni di questa stagione ? Non il solo piacere di vedere le novità e nemmeno per osservare da vicino le concept car, spesso assurde, però talora proposte concrete di modelli che si vedranno sulle strade entro breve tempo, ma anche per respirare l’atmosfera del Salone e Ginevra è tutto questo.

Chevrolet Code 130 R

Chevrolet Code 130 R coupé 4 posti

 Chevrolet Tru 140s

Chevrolet TRU 140 S coupé

Ginevra è rimasta una delle poche grandi manifestazioni a cadenza annuale: logico che in questa vetrina i maggiori costruttori si sforzino di mostrare il meglio di sé, presentando, spesso in prima mondiale, i nuovi modelli e gli studi di carrozzeria. Solo per vedere queste e quelle, tralasciando i modelli correnti, è bene preventivare almeno cinque ore di visita senza contare il «Pavillon Vert» e il padiglione 7 delle parti staccate.

Seat Ibiza 2012

La nuova Seat ibiza

Giugiaro Brivido 1

Sopra e sotto: la Giugiaro Brivido, di Ital Design

Giugiaro Brivido 2

Fortunatamente buona parte delle vetture elettriche esposte al «Pavillon vert» si ritrovano negli stand dei costruttori e così la visita alla fine può dirsi completa. Ed ecco che mano a mano che si visitano gli Stand si osservano da vicino le novità e le proposte. Si va dal quadriciclo Twizy della Renault, nel quale possono salire due persone (di taglia non troppo forte) come su una moto, alla rivisitazione della Megane cabriolet in chiave retrò, chiamandola Floride come la versione sportiva della Dauphine di tanti anni fa.

Renault Twezy

Il quadriciclo elettrico Renault Twizy

Renault Megane Floride

Sopra: la Renault Megane Floride e, sotto, i suoi raffinati interni

Renault Megane Floride interni

Dalla potente Ferrari F12 alla Lamborghini Aventador J (che si legge Jota), un roadster così estremo da non avere il tettuccio da chiudere in caso di pioggia…

 Ferrari F12

Ferrari F12

Lamborghini Aventador Jota

Lamborghini Aventador J roadster

Infiniti Emerge

Infiniti e-merge, sportiva in chiave elettrica

Lexus LF-LC

Lexus LF-LC, coupé elettrico con frontale che ricorda una Dodge Polara del 1960

Per arrivare a tranquille vetture come la nuova Seat Ibiza, o la Skoda Citigo, utilitaria derivata dalla Volkswagen Up! o la rinnovata Audi A3.

Audi A3 1.8 T quattro (R)

Le nuove linee tese della Audi A3 1.8T quattro

Suzuku G 70

Suzuki G 70, prefigura una nuova vettura, ma ricorda una Ami 8 in chiave moderna

Skoda Citigo 3p

La nuova Skoda Citigo in versione a tre porte

La Fiat presentava la nuova 500L, una vettura che sembra un mini-SUV dall’aspetto assai migliore di quanto ci si aspettava dalle foto ricostruzioni di certe riviste. La vedete nelle due fotografie riportate qui sotto.

Fiat 500 L

Fiat 500 L (1)

In prima mondiale la nuova Mercedes A, ormai cresciuta e affrancata da quell’aria di utilitaria un po’ particolare, la Mitsubishi Outlander e la Peugeot 208, di cui era presente anche una versione Concept GTi che prefigura la versione sportiva che arriverà a breve.

Mercedes A klasse

Mercedes Benz A-Klasse

Mitsubishi Outlander

Mitsubishi Outlander

Peugeot 208

Peugeot 208 berlina a tre porte

Peugeot GTi Concept

Peugeot Gti Concept esposto in una spettacolare luce rossa

Ford B-Max

La nuovissima Ford B-max

Sempre fra le prime mondiali non bisogna dimenticare la nuova BMW Gran Coupé, basata sulla serie 6 ma declinata con quattro porte, via di mezzo tra la berlina sportiva e la coupé vera e propria, né va trascurata la nuova XF Sportbrake della Jaguar, una station wagon sportiva che sembra rientrare perfettamente nello spirito della Casa del Giaguaro. Anche Volvo era presente sul palcoscenico con la nuova V60, mentre poco più in là la nuova Boxster di Porsche era in bella mostra.

BMW Serie 6 Gran Coupé

BMW 6 Gran coupé a quattro porte

Jaguar XF Sportbrake

Jaguar XF Sportbrake

Volvo V60

La nuova Volvo V60

Porsche Boxster

L’alettone della nuova Porsche Boxster va ad integrarsi nel gruppo ottico posteriore

AC Cobra Zagato

La AC Cobra Zagato

Bentley vorrebbe tentare la strada del SUV, ma ha presentato un prototipo dall’aspetto goffo che non ha lo slancio delle altre vetture di questa marca e nel quale stonano le ruote, veramente enormi.

Bentley EXP 9F

Bentley EXP 9F, un SUV raffinato con due frigo-bar nel bagagliaio

Citroën C4 Aircross

La nuova Citroen C4 Aircross

Toyota NS4

Toyota NS4 Concept

Opel Rak

Anche la Opel pensa a un quadriciclo, col suo RAK, ma con le ruote posteriori ravvicinate

VW E-Bugster

Volkswagen e-Bugster, Concept elettrico del nuovo Maggiolino

Volkswagen Cross Coupé

Volkswagen Cross Coupé Concept per un SUV di sapore sportivo

Tata Megapixel

Tata Megapixel

I carrozzieri stupivano con la Pininfarina Cambiano e la Touring Disco Volante, riuscita rivisitazione moderna della famosa Alfa Romeo. A queste si affiancava una Bertone “Nuccio” realizzata per festeggiare i 100 anni della Casa, con un prototipo dalle linee molto sconcertanti e caratterizzato da una scelta di colori che non ci è parsa particolarmente felice. Meglio posare lo sguardo sul prototipo della Giulietta Spider, che venne scartato dall’Alfa Romeo in favore del modello di Pininfarina, ma che offre tuttora degli spunti moderni.

Pininfarina Cambiano 6

Sopra e sotto: la Pininfarina Cambiano, con una porta a sinistra e due a destra

Pininfarina Cambiano 3

Touring Alfa Disco Volante

La Touring Disco Volante, lettura moderna dell’Alfa Romeo del 1952

Bertone Nuccio

Qui sopra la Bertone Nuccio. Sullo sfondo a destra si intravvede il prototipo della Giulietta Spider 1955

Cisitalia 202 E

Cisitalia 202 in chiave elettrica

Mazda Takeri

Mazda Takeri Concept, prefigura la nuova Mazda 6

Al Salone di Ginevra abbiamo visto spesso alcune vetture d’epoca esposte fra i vari Stand, ma quest’anno l’appassionato è rimasto deluso. A parte una Renault da corsa del 1902, l’unica altra vettura presente era la sempre bella Toyota 2000 GT coupé del 1968, nella foto qui sotto.

Toyota 2000 GT

468 ad