Raduno autocarri e mezzi militari all’IVECO Industrial Village

Lo scorso 19 aprile si è svolto un raduno di autocarri e mezzi militari d’epoca all’IVECO Industrial Village di Torino, con apertura al pubblico anche della struttura museale della collezione IVECO, ampliata e migliorata.

La manifestazione ha avuto un grande successo di pubblico e di partecipanti con mezzi spesso perfettamente restaurati, in condizioni da concorso. Spiccavano, in particolare, molti veicoli della collezione Marazzato, ormai molto nota fra gli appassionati, in quanto ha salvato molti dei mezzi da trasporto storici italiani, che un tempo vivacizzavano con la loro varietà i trasporti su strada, grazie ai grandi marchi nazionali ognuno dei quali era attivo anche in questo specifico settore. Per i nostri lettori abbiamo preparato una selezione dei mezzi esposti.

Innocenti Lambro

Cominciamo col piccolo motocarro Innocenti Lambro: sembrava appena uscito dalla fabbrica

Mathis camioncino

Un camioncino Mathis del 1926

Fiat Balilla

Sopra e sotto un esemplare di Fiat Balilla camioncino: di solito erano opera di artigiani che  avevano come punto di partenza delle berline usate

Fiat Balilla Front

SPA 37 1938

Un trattore SPA 37 del 1938 utilizzato dal Regio Esercito

Lancia 3R0 1939

Un autocarro Lancia 3Ro della collezione storica Iveco

Lancia 3R0 cisterna

Cisterna militare Lancia 3 Ro

Lancia 3Ro

Autocarro Lancia 3Ro della Guardia Nazionale Repubblicana

SPA TM 41

Trattore pesante per artiglieria SPA TM41

Hotchkiss M.201

Willys Jeep MB

Fiat AR51 Celere

Fiat Campagnola Ar51 in versione della Polizia “Celere”

OM Taurus cab.Viberti

Autotreno OM Taurus con cabina Viberti

Fiat 626 1939

Uno dei primi Fiat 626 del 1939-40

Fiat 640N 1950

Fiat 640 dei pompieri 1950

Lancia 3 Esatau

Tre generazioni di Lancia Esatau: da sinistra il tipo 834 a musone, poi l’Esatau B e, a destra, l’Esatau A

Lancia Esatau

Un Lancia Esatau 834 perfettamente restaurato

Lancia Esatau B

Lancia Esatau B in allestimento 3 assi Fresi

Alfa Romeo Mille 3 assi Fresia

Tipico autocarro pesante delle strade della pianura Padana: un Alfa Romeo Mille, qui in versione a 3 assi Fresia

Fiat 682 T4

L’ovale con baffo ha caratterizzato per anni gli autocarri Fiat

Fiat 642 N6

Un Fiat 642 N6 cisterna della collezione Marazzato

Fiat 690 N1

Altro tipico autotreno italiano era il 690 N1, qui con il rimorchio

Fiat 690 T2

Il Fiat 690 T4, versione 6×2 per il traino di semirimorchi

Fiat NC40

Con l’NC40 la Fiat provava a vendere in Italia la sua versione del musone di fabbricazione francese UNIC

Fiat 414 & OM Tigrotto

Due piccoli bus urbani: Fiat 414 (a sinistra) e OM Tigrotto (a destra)

Fiat 615 N2

Fiat 615 N2, diffusissimo autocarro leggero italiano

OM Titano

OM Titano a tre assi

Lancia Esadelta

Autocarro Lancia Esadelta

Lancia Esagamma E

Lancia Esagamma E in versione trattore 6×4

Renault Estafette

Fra i grossi mezzi esposti un furgone Renault Estafette sembrava minuscolo

OM 180 6x2

Un OM 180 in configurazione 6×2

Lancia Iveco 6640

Un veicolo anfibio Iveco 6640. Inizialmente erano prodotti con marchio Lancia nello storico stabilimento di Bolzano

Iveco Magirus nuovo Daily

Fra i mezzi di attuale produzione spiccava un nuovissimo IVECO Daily in versione Magirus con attrezzatura dei Vigili del Fuoco

Lancia Gamma 2000 coupé (1)

E questa? Certamente un po’ fuori posto, ma sempre apprezzabile a vedersi: una Lancia Gamma 2.0 coupé Pininfarina

468 ad