Ottomobile Alpine 1600 SX 1977 – scala 1:18

Oh, là là, c’est vert! Già. La splendida Alpine 1600 SX di Ottomobile aggiunge una nota di colore a un mare di modellini Alpine di colore blu più o meno metallizzato. E che colore! Uno splendido verde metallizzato che fa piacere vedere.

Oh là là, c’est vert! Already. The stunning Alpine 1600 SX Ottomobile adds a touch of color in a sea of models Alpine blue color more or less metallic. And what color! A beautiful metallic green that makes pleasure to see.

L’Alpine 1600SX era l’ultima del suo genere, dopo 15 anni di produzione, e rimase in catalogo per breve tempo fra il 1976 e il 1977. La A110 da cui derivava era un coupé nato nel 1962 con il modesto motore di 956cc della Renault R8, ma la leggerezza della scocca di vetroresina e i 55 cavalli che si era riusciti a tirar fuori, imposero la vettura, dalle ottime caratteristiche sportive, all’attenzione del mondo delle corse e in particolare dei Rally.

The Alpine 1600SX was the last of its kind, after 15 years of production, and remained for a short time catalog between 1976 and 1977. The A110 from which was derived a coupe was born in 1962 with modest 956cc engine Renault R8, but the lightness of the fiberglass shell and 55 horses that had managed to get out, they laid the car, with excellent sporting characteristics, to the attention of the racing world and in particular of the Rally.

Ottomobile Alpine 1600SX (1)

Sopra la Alpine 1600 SX Ottomobile in scala 1:18, sotto l’auto vera

Above the Alpine 1600 SX Ottomobile scale 1:18, under the real car 

ALIM3330

E dunque  le versioni via via costruite aumentavano la cilindrata e la potenza: 1100, 1300 Gordini e poi i motori derivati dalla R16 e persino uno a iniezione inizialmente destinato alla 17TS da 140 cavalli. 

Per concludere la carriera la 1600SX puntò sul motore di 1647cc da 93 cavalli della 16TX, meno potente ma più confortevole e ricevette le ruote in lega della Alpine A310 V6. E’ la versione scelta da Ottomobile per la sua miniatura in scala 1:18, splendida come sempre e verniciata in modo impeccabile.

Ottomobile Alpine 1600SX

Ottomobile Alpine 1600SX (3)

Ottomobile Alpine 1600SX (4)

Le tre viste con cui illustriamo il modello mostrano la precisione delle proporzioni generali e la finezza dei dettagli, in particolare le cornici dei finestrini.

Ottomobile Alpine 1600SX (7)

Ottomobile Alpine 1600SX (6)

Vista da dietro è semplicemente “vera”: le scritte sul cofano e alla base del lunotto fanno sembrare l’immagine del modello come se fosse stata scattata all’auto reale: solo le battute del cofano motore rivelano che si tratta del modello. Anche davanti è impressionante la fedeltà al vero, compresa la scritta Alpine che, a prima vista, sembra un po’ sottile, quasi invisibile, ma che in realtà era proprio così poco appariscente.

Ottomobile Alpine 1600SX (2)

Resta il solito neo del pianale poco scolpito, diremmo praticamente piatto, ma si tratta di un peccatuccio veniale, per un modello che a questo prezzo offre una finitura globale di questa qualità. Dopo tutto di solito lo vediamo sulle quattro ruote  a far bella mostra di sé in una vetrina e raramente è capovolto!

Ottomobile Alpine 1600SX (5)

Non resta che promuovere a pieni voti Ottomobile per la scelta dei modelli che produce e per la qualità offerta a un prezzo che supera di poco quello di alcune celebrate riproduzioni industriali in scala 1:43!!!

Renault_39174_global_fr

468 ad