MINICHAMPS NSU Ro 80

Eccezionale vettura la NSU Ro 80: la straordinaria berlina con motore a due pistoni rotanti studiato da Felix Wankel per la NSU. Presentata nel 1967, si guadagnò il premio “Auto dell’anno 1968”. La Ro 80 (Ro stava per Rotationskolben, cioé pistone rotante e 80 era il nome del progetto) meritava attenzione: aveva due pistoni rotanti per una cilindrata di 995cc, potenza di 114 cv sufficiente a spostare la vettura del peso di 1210 kg fino ad oltre 180 Km/h.

Exceptional car NSU Ro 80: the extraordinary sedan with two rotary piston engine designed by Felix Wankel for NSU. Introduced in 1967, earned the award Car of the Year 1968. The Ro 80 (Ro was about to Rotationskolben, in english rotary piston, and 80 was the project name) deserved attention: had two rotary piston to a displacement of 995cc, power of 114 hp enough to move the car weighing 1,210 kg up to over 180 Km / h.

Minichamps NSU Ro80 (8)La linea della NSU Ro 80 della Minichamps è perfettamente interpretata.

Grazie alla linea aerodinamica con un coefficiente Cx di appena 0,355 studiata da Claus Luthe. Inoltre il cambio era in pratica sostituito da un convertitore di coppia, le sospensioni erano a quattro ruote indipendenti e i freni, ovviamente, tutti e quattro a disco. C’era tutto quello che poteva esservi in una ammiraglia.

NSU Ro 80

La vera Ro 80 al Museo di Torino e, sotto, in una foto ufficiale

Nsu_ro80_7

Il motore, però, avrebbe necessitato ancora di sperimentazione, in quanto i segmenti di tenuta avevano la tendenza a consumarsi velocemente e “arroventarsi” alle alte temperature, col risultato che i motori tendevano a grippare già a 30-50.000 km. La NSU non aveva i mezzi per continuare a migliorare il motore, ma per non avere clienti insoddisfatti, quanti motori sostituì in garanzia! La piccola azienda di Neckarsulm fu acquisita dalla Volkswagen e la Ro 80, migliorata, continuò ad essere prodotta fino al 1977. Peccato che la nomea che si era fatta attirasse sempre meno clienti. In tutto ne furono realizzate circa 37.500.

NSU ro-80-motor

Senz’altro inusuale un motore così compatto e con soli due pistoni, per un’ ammiraglia.

La Minichamps ha inserito questo modello nella sua collezione in scala 1:18 e, sorpresa, non è in pressofusione, né tanto meno in pesante resina, né ancora in plastica comune, bensì in ABS, un materiale leggero e pregevole.

The Minichamps has included this model in its collection in scale 1:18 and, surprise, not in diecast, nor in resin, nor even in common plastic, but in ABS, a lightweight and attractive.

Minichamps NSU Ro80

La prima tiratura ebbe un bel colore azzurro metallizzato.

Minichamps NSU Ro80 (9)

Non meno attraente è la linea del modello attuale in giallo zabajone.

Minichamps NSU Ro80 (10)

Di questo ci si accorge solo avendo il modello in mano, perché la verniciatura e le finiture non mostrano sbavature e la miniatura sembra di zamac come molte altre della sua categoria.

Non dispone di parti apribili: solo le ruote sterzanti, peraltro svincolate dal piantone dello sterzo, cosa che permette di guadagnare un buon angolo di sterzata e, fotografandolo con certe angolature, ottenere foto così realistiche da far pensare all’auto vera piuttosto che a una miniatura 18 volte più piccola.

In particolare risulta molto riuscito il frontale: i fanali e la griglia sembrano veri. Anche dietro il difficile alternarsi di linee concave e convesse della Ro 80 è stato realizzato alla perfezione.

Minichamps NSU Ro80 (4)Minichamps NSU Ro80 (5)

A tanta fedeltà dell’esterno corrispondono interni precisi e dettagliati, ma, come spesso accade nei modelli privi di aperture, si fa fatica ad apprezzarne la precisione. Per fortuna la NSU Ro 80 aveva grandi superfici vetrate, cosicché anche nella miniatura che ne ha fatto Minichamps è abbastanza agevole curiosare dentro al modello e scoprire la ricchezza dei dettagli interni.

Vista da sotto si apprezzano l’avantreno ed il retrotreno, mentre il pianale, nella zona centrale, è sostituito dalla solita plastica piatta col nome del produttore e del modello.

Minichamps NSU Ro80 (6)Minichamps NSU Ro80 (11)Anche da sopra si apprezza la buona riproduzione delle rotondità della Ro 80.

La NSU Ro 80 di Minichamps ha fatto la sua comparsa alla Fiera di Norimberga del 2014 con una accattivante livrea azzurra metallizzata. Chi non fosse riuscito a trovare il modello allora, può approfittare di questa seconda tiratura anche se il colore scelto, un giallino pallido simile allo “Schatung gelb” usato dalla VW per la 411 e alcuni altri modelli, è meno piacevole.

Di contro la verniciatura è perfetta e i dettagli molto ben riusciti, compreso il grande parabrezza a doppia curvatura tipico della vettura tedesca.

Minichamps NSU Ro80 (7)

Nella vista laterale si nota di più il parabrezza che curva verso il padiglione.

Minichamps NSU Ro 80 1-43

Qualche anno fa la Minichamps aveva già riprodotto la NSU Ro 80 in scala 1:43

Chi ama la Ro 80, può affiancare questo capolavoro della Minichamps ad alcuni modelli d’epoca, che vi proponiamo in una breve rassegna. Quando l’auto vera uscì era così appariscente da spingere molti produttori a riprodurla in scala: perfino l’italiana Mebetoys ne fece un discreto modello, il cui stampo poi finì in Ucraina e venne prodotto per qualche tempo dalla “ZMTK  Zaporozhiye”.

Mebetoys Ro 80

NSU Ro 80, Mebetoys, scala 1:43

Dinky GB NSU Ro 80

NSU Ro 80 Dinky Toys inglese, con luci, 1:43

Gama NSU Ro 80

NSU Ro 80 della Gama con ruote del 1°tipo, in metallo tornito. Scala 1:43.

Si cimentarono con la Ro 80 anche la Gama, la Dinky Toys (con un insolito gadget: le luci posteriori che si accendevano simulando la frenata), la Sablon, la Märklin e la Tekno. Anche quest’ultima aveva un piccolo gadget: il cofano si apriva abbassando una levetta sul cruscotto. Per la scala 1:87, quella dei trenini elettrici, ci pensò, come sempre, la Wiking. In tempi decisament piú recenti la Minichamps ha realizzato un bel modello in scala 1:43 in metallo pressofuso, disponibile in 9 differenti colori. 

Tekno NSU Ro80 (3)

Nel modello Tekno, oltre alle parti apribili c’era lo sterzo che inclinava la vettura come al vero.

Wiking NSU Ro 80Pure in una scala piccola come l’1:87, le linee della Ro 80 della Wiking appaiono perfette.

468 ad