Land Rover 1948 scala 1 : 18 di Minichamps

L’Impero britannico non poteva permettersi di adoperare un’americanissima Jeep come veicolo fuoristrada per i suoi eserciti. Se lo aveva fatto lo doveva all’impossibilità per la propria industria bellica di produrre un simile veicolo durante la guerra. Nel dopoguerra la situazione era diversa e  nel 1947 Maurice Wilks, alla Rover, disegnò la prima “Land Rover” ispirandosi alla meccanica e al telaio delle Jeep, ma con alcune peculiarità, che comprendevano una robusta ma leggera carrozzeria in alluminio che non arrugginiva.

La Land Rover 1948 in scala 18 della Minichamps accanto al modello in scala 1:43 della Matchbox, serie Dinky, di qualche anno fa. che all’epoca era stato assai aprezzato dal mondo dei collezionisti

Presentata nell’aprile 1948 al Salone di Amsterdam, aveva un passo di appena 80 pollici, poi portati a 88 nelle serie successive e un piccolo motore a benzina di 1600cc, poi sostituito da uno di 1997cc e quindi da motorizzazioni Diesel apparse molti anni dopo.

Minichamps Land Rover (7)06210010

Il modellino della nuova Land Rover del 1948 di Minichamps, apparso alla Fiera del Giocattolo di Norimberga 2012, raggiunge ora i negozi italiani. Si tratta di un bel modello in scala 1:18, che si apprezza per i molti dettagli ma che desta qualche perplessità per alcune ingenuità costruttive.

Minichamps Land Rover (3)

Fa presa dal punto di vista ottico innanzi tutto l’ottima verniciatura e la scelta di una corretta colorazione che richiama esattamente le tonalità di colore delle prime Land Rover. Quindi c’é la splendida mascherina in fotoincisione, che cela i fari e le prese d’aria del motore, che rende perfettamente l’idea dell’auto vera, ed è assolutamente realistica.

Minichamps Land Rover

Ci sono poi gli aggiuntivi che possono essere montati a piacimento: il telone alzato (non è previsto però il telone abbassato, in quanto veniva tolto anche al vero) e le due finestrature con telaio da applicare alle portiere, in modo da rendere “chiusa” la carrozzeria.

vista posteriore

Stranamente il cofano motore non é incernierato, ma é semplicemente inserito come un coperchio. La ruota di scorta é solo appoggiata su cofano. Sono due soluzioni che obbligano a fare molta attenzione nel maneggiare la riproduzione in scala, in quanto la maggior parte dei modelli per collezionisti sono forniti di aperture incernierate e particolari solidamente fissati alla carrozzeria. Quando il modello è in vetrina nulla da eccepire, anche perché dalla carrozzeria spuntano due piccoli tiranti fermacofano in gomma molto ben fatti e realistici, ma che non esercitano nessuna tenuta sul cofano appena si prende il modello in mano.

motore

Togliendo il cofano possiamo osservare la meccanica, che è molto ben riprodotta, come d’uso sulle Minichamps in scala grande. Il telaio poi è un capolavoro di microfusione e di robustezza. Al di sotto sono riportati tutti i dettagli dell’auto vera, come il ripartitore di coppia motrice ai due alberi motore che si collegano all’asse anteriore e posteriore.

Minichamps Land Rover (2)

Belli anche gli interni, che riproducono con esattezza quelli assai spartani dell’auto vera. Dietro ai sedili anteriori c’é un gancio che in origine serviva a fissare la ruota di scorta se si voleva viaggiare col parabrezza abbassato.

Minichamps Land Rover (6)

Meno convincente quest’ultimo, realizzato in un unico pezzo di plastica dipinta e unito alla carrozzeria con due microscopici occhielli che si infilano in piccoli perni ai lati del cruscotto. Trattasi di un particolare molto delicato ed inoltre non è facile posizionare il parabrezza in posizione verticale per la resistenza opposta dai due ganci che – come al vero – lo fissano al cruscotto, e che si rischia di far saltare se sforzati. Un peccato infine che la ribaltina di coda sia fissa. Le incisioni che la delimitano sono così ben fatte da far pensare ad un particolare apribile, ma invece è un piccolo inganno per l’occhio, e probabilmente contribuisce alla robustezza della parte pressofusa del modello.

 

 

06210014

 

lr_heritage_series_i_1949_03-001

La Land Rover I serie del 1948 in azione nel percorso fuoristrada

 

468 ad