LANSDOWNE – BEDFORD PC 1947 Utilecon “Moore & Bush”

 Il Bedford PC è il più moderno dei furgoncini leggeri Bedford prodotti prima della seconda guerra mondiale. Presentato nel 1938, aveva lo stesso motore di 1442cc della Vauxhall Wyvern, con una potenza di 33 cv a 3400 giri/min.

Lansdowne 47 Bedford Utilecon (3)

La sua portata di circa 500 kg più il conducente lo poneva alla portata di molti artigiani, sia nella versione furgonata che in quella finestrata. Nel dopoguerra la produzione venne ripresa senza grandi variazioni e continuata fin negli anni Cinquanta, quando venne sostituito dal celebre modello CA.

Lansdowne 47 Bedford Utilecon

La Lansdowne ha riprodotto con questo modello di colore blu scuro, in scala 1:43, un furgoncino finestrato appartenuto alla “Moore & Bush” che erano fornitori di materiale elettrico e specializzati nella fornitura di servizi per l’amplificazione dei suoni in occasione di feste, partite di calcio e altri eventi all’aperto di natura locale.

Il modellino artigianale della Lansdowne, pesante e robusto come tutti quelli della serie, è sufficientemente dettagliato, sia nelle finiture esterne che negli interni dove, nel vano di carico, è visibile un altoparlante.

Lansdowne 47 Bedford Utilecon (8)

Altri due sono forniti come parti staccate insieme a una bagagliera per il tetto del veicolo, dove sono previsti sei fori di montaggio per gli altoparlanti: infatti potevano essere (al vero) montati in vario modo in modo da indirizzare il suono come meglio richiedeva la situazione: per esempio tutti e due appaiati rivolti verso l’avanti o verso l’indietro, oppure, come illustrato nelle nostre foto, in posizione centrale rivolti all’opposto l’uno dell’altro.

Lansdowne 47 Bedford Utilecon (7)

I dettagli della carrozzeria sono ben realizzati anche senza ricorrere a costose fotoincisioni e ricordano certi modelli in scala di produzione inglese di tanti anni fa. La tinta è applicata in modo impeccabile e senza sbavature, però il telaio è solo sommariamente realizzato in rilievo sul fondino ed il tubo di scarico anch’esso in rilievo, non è nemmeno dipinto in argento satinato.

Lansdowne 47 Bedford Utilecon (1)

Un problema é rappresentato dalla bagagliera, che non si sa esattamente dove e come montare, perché mancano riscontri sulla carrozzeria per poterla fissare correttamente. Non vi è peraltro nemmeno un foglietto di istruzioni o un minimo di disegno che illustri come vadano posizionati gli altoparlanti, che – oltre a ciò – hanno il perno di fissaggio molto corto e sottile che “balla” nei fori di fissaggio previsti, in modo che non è possibile solo incastrarli ma, per farli stare bene al loro posto, necessitano di una goccia di colla.

Un peccato perché, una volta assemblata, la bagagliera coi suoi altoparlanti fa un ottimo effetto.

Lansdowne 47 Bedford Utilecon (2)

468 ad