LANSDOWNE AUSTIN A60 1969 SUNTOR CAMPER scala 1: 43

Curiosa scelta di Lansdowne nel proporci questo modello, che apparentemente non sembra quello che è indicato sulla scatola. Infatti sembrerebbe una A55 del 1957-58 o al massimo inizio del 1959, quando la vecchia carrozzeria venne sostituita dalla Mk.II con design Farina. La A60 arrivò nel 1961, sempre con carrozzeria Farina e un nuovo motore di 1600cc che sostituiva il 1500 da 55cv della A55. Ma la particolarità di questo modello è di riprodurre una versione carrozzata in camper da Suntor. E Suntor, scritto anche Sun-Tor, non usava la Estate come modello base bensì il furgoncino commerciale, che adottava ancora la vecchia carrozzeria. Così si spiegano il motore della A60 e il 1969 come anno di produzione…

Lansdowne Austin 60 caravan (2)

Il tetto veniva tagliato via e al suo posto veniva inserita una calotta di vetroresina chiusa lateralmente da una tenda, che si poteva sollevare per dare spazio all’interno e permettere di ospitare due persone per la notte, che dovevano adattarsi nel letto formato ribaltando il sedile posteriore e gli schienali dei sedili anteriori. Se la BMC avesse acconsentito a usare un volante più piccolo ci sarebbe stato un po’ di spazio in più, ma tant’é. Se agli inglesi piacevano queste trasformazioni di auto normali, dovevano giocoforza adattarsi !

Lansdowne Austin 60 caravan

La cucina era dietro e il piccolo lavello pescava acqua da un serbatoio da 6 galloni (circa 24 litri) realizzato di vetroresina e inserito sotto il pavimento. Un guardaroba a due ante completava l’equipaggiamento. Sotto di esso vi era una specie di armadio ventilato che ospitava la ruota di scorta e la bombola del gas da campeggio.

4738384775_690641f7d5

Lansdowne Austin 60 caravan (5)

Il modellino Lansdowne è molto ben fatto, come è consuetudine di questo produttore, che predilige una robustezza a tutta prova rispetto a tanti fragili dettagli. Estraendo la Austin dal suo doppio imballaggio troveremo la vettura da una parte e il tetto sollevato dall’altra. E’ un vero peccato che il costruttore non abbia pensato all’alternativa di scegliere il tetto alzato o abbassato. Infatti la copertura di vetroresina è solidale con la parte che riproduce la tela e non è possibile avere la nostra caravanette in posizione da viaggio. Fotografandola senza la parte superiore appare subito evidente che manca qualcosa.

4738374351_6d02d84537

Lansdowne Austin 60 caravan (4)

Si può provare a staccare le due parti con un po’ di perizia, ma se qualcosa va storto è un peccato rovinare un così bel modello.

Lansdowne Austin 60 caravan (1)

I dettagli sono tutti al loro posto e le cromature riportate e molto lucide sono di effetto. L’interno è abbastanza dettagliato e l’arredamento è ben visibile dai finestrini del modello, ma per osservarlo meglio occorre aprirlo svitando il fondino.

Lansdowne A60 camper

Il fondino riporta un accenno degli organi meccanici e del tubo di scarico che, pur non essendo riportato, è modellato a tutto tondo e piegato correttamente all’esterno prima dei passaruote posteriori. Una bella miniatura che farà gioire gli appassionati di veicoli un po’particolari e vacanzieri

468 ad