La Mini Miniera si occuperà della vendita della rinnovata gamma di motoveicoli TOMOS

La Mini Miniera ci ha comunicato di essersi accordata per la distribuzione in Piemonte dei motoveicoli prodotti dalla  slovena Tomos. La Tomos ha una gamma di motoveicoli caratterizzati da un ottimo rapporto qualità-prezzo. L’azienda Tomos compie quest’anno il suo sessantesimo compleanno in quanto é nata nel 1954.

 Tomos 005-001

Il ciclomore Classic XL si presenta piuttosto bene al primo impatto con i suoi colori pastello, le numerose cromature e gli pneumatici con la fascia laterale bianca. L’avviamento é a pedale, ma non richiede nessuna abilità particolare né sforzo da buon motore a due tempi di piccola cilindrata. La seduta in sella é comoda e bassa permettendo così di appoggiare facilmente i piedi a terra anche alle persone di bassa statura. Il peso ridotto permette delle facile manovre e la ripresa del motore é apprezzabile. I comandi posti sul manubrio sono facilmente accessibili. Il confort offerto dalla  sella e dalle sospensioni é soddisfacente, come lo é la stabilità. Si tratta du un motoveicolo molto facile da guidare anche per i principianti in quanto é molto maneggevole, complici il peso ridotto di 54 kg e la buona distribuzione dei pesi con il motore in posizione inclinata. La frenata non é mai troppo brusca, ma é molto modulabile ed é affidata a due tamburi. Anche la marcia in salità é agevole anche nelle pendenze più ripide grazie al cambio automatico a due rapporti.

WP_20140410_016

WP_20140410_029

WP_20140410_052

Classic XL Pastel Green

V0004276

La Tomos è un’azienda nata nel 1954 nel territorio a suo tempo appartenente alla Jugoslavia e nel 1955 iniziò a produrre dei motocicli su licenza dell’austriaca Puch. Il primo motoveicolo fu la Tomos Puch SG 250 prodotta in 137 esemplari nel primo anno di produzione. Nello stesso periodo vennero assemblati gli scooter 124RL, ma il grosso della produzione era costituito da ciclomotori ed in particolare il modello Colibrì che raggiunse una buona diffusione. Nel 1959 venne inaugurato un nuovo stabilimento e la produzione del modello Colibrì superò i 17.000 pezzi. All’inizio degli anni ’60 il mercato delle motociclette classiche era in netta diminuzione e la Tomos si concentrò sui motocicli leggeri con cilindrata di 50 cmc e motore a due tempi. Nei primi anni settanta l’azienda si preparò per la produzione di motoveicoli di propria concezione con tutte le componenti prodotte in loco ed anche gli allestimenti tennero conto dei gusti differenti delle nuove generazioni. Nel 1973 tutti i motoveicol Tomos ebbero dei motori prodotti dalla stessa Tomos.

Tomos 001-002

Negli anni ’80 l’azienda rinnovò tutta la produzione ponendo l’attenzione alla riduzione della rumorosità e dell’inquinamento dei motori. Poi, con la fine della Jugoslavia e la nascita dello stato Sloveno, la Tomos venne privatizzata ed anche la rete di distribuzione nel mondo venne ampliata. Da ricordare che la Tomos ha avuto un non trascurabile trascorso sportivo partecipando a delle gare titolate per la classe 50 cmc e conseguendo brillanti piazzamenti. Da menzionare anche la fattiva collaborazione con il pilota italiano Gilberto Parlotti.

Tomos 007-001

Tomos 002-001

Tomos 009-001

Tomos 006-001

Il motore é un monocilindrico a due tempi raffreddato ad aria, l’alimentazione é a carburatore, la cilindrata é di 49 cmc ed ha una corsa del pistone leggermente lunga. La velocità massima é di 45 km/h come previsto dal Codice della Strada. Il serbatoio ha una capacità di 5 litri mentre il serbatoio dell’olio contiene un litro di lubrificante. La portata massima é di 106 kg. L’azienda slovena é praticamente senza concorrenza per quanto riguarda questa tipologia di ciclomori, in quanto i produttori che hanno in catalogo modelli similari, non possono vantare una scelta così ampia e spesso non hanno il miscelatore automatico, ma costringono alla preparazione della miscela .

Per informazioni:

Contatti tel 0171344420 oppure info@miniminiera.com – sito web Tomos Italia http://www.tomos.si/it/tomos/tomos-oggi

468 ad