La FIAT 128 un’auto di categoria media che piacque a tutte le generazioni

Nella primavera del 1969 la Fiat presentò un’auto che avrebbe sostituita la sua popolarissima 1100, dando una svolta decisa non solo alla tecnica, ma anche alla tipologia di clientela. La nuova auto era più corta della tanto amata 1100, ma era più spaziosa e molto più moderrna tecnicamente ed esteticamente. Il nuovo propulsore di 1100 centimetri cubi era assai più brillante ed azionava le ruote anteriori anziché quelle posteriori migliorando decisamente il comportamento su strada. Inoltre, per la prima volta in questa fascia, la Fiat proponeva una variante a due porte che poteva essere proposta a una clientela più giovane.

FHA164_1281969-1972_1024

 La Fiat 128 berlina prima serie a quattro porte in una foto ufficiale

Anche la gamma colori era decisamente più accattivante con nuove tinte vivaci. Al momento della presentazione mi recai presso il Salone della Fiat sito nel centro di Torino e richiesi di fare un giro di prova con il collaudatore. Era un pomeriggio piovoso e la 128 per la prova era di una bel verde medio con gli interni in marrone chiaro. Notai subito sedendomi all’interno che era una vettura spaziosa e con un’ampia superficie vetrata. Il collaudatore mise in moto è sentii avviarsi un motore piuttosto silenzioso. Il confort era buono in quanto le sospensioni erano indipendenti sulle quattro ruote , ma notai che il cambio nno  era eccessivamente maneggevole, in quanto chi la guidava non inseriva i rapporti  facilmente. Infatti la scarsa maneggevolezza del cambio era proprio uno dei difetti della 128. e ne ebbi la conferma guidando quella di un amico.

128 muso & coda

 Due inquadrature fronte e retro dela 128 prima serie

Fiat 128 cruscotto

Il posto di guida dalla Fiat 128 prima serie

Al Salone dell’auto di Torino, in autunno, venne offerta al pubblico anche la variante familiare, che manteneva le due porte, limitando un po così la praticità di questo tipo di carrozzeria. Nel 1972 la 128 venne sottoposta a un primo rifacimento adottando una nuova mascherina anteriore tutta nera, perdendo i rostri dei paraurti e adottando il servofreno per l’impianto frenante. Nella stesso anno apparvero due nuove versioni, la 128 Rally e la 128 coupé. La Rally era allestita solo con la carrozzeria a due porte, la mascherina era a nido d’ape, erano forniti due grandi fendinebbia, i fanalini posteriori erano 4 e circolari, il paraurti anteriore aveva una foggia più sportiva adottando un tubo cromato supplementare, la strumentazione era più completa ed i sedili erano di diverso disegno. La modifica più importante era nel propulsore che aveva una cilindrata di circa 1300 centimetri cubi che permetteva un deciso aumenti di prestazioni. Peccato che la gamma colori fosse molto ristretta e con tonalità non sempre azzeccate.

FHA184_128Rally1972-1974_1024

La Fiat 128 rally prima serie

La 128 coupé era disponibile a scelta con due motorizzazioni di 1100 e 1300 centimetri cubi, entrambe potenziate. La carrozzeria era completamente diversa dalla berlina e il passo era più corto per ottenere una maggiore maneggevolezza. Gli allestimenti erano due, la S, più semplificata con i fari anteriori rettangolari e la SL con i doppi fari circolari anteriori ed una maggiore cura nelle finiture e negli accessori. Inutile dire che la variante più semplificata venne venduta pochissimo. Nel 1974 termina la produzione della Rally e alla 128 base viene affiancata la Special che presenta una mascherina anteriore cromata con fari rettangolari, le finiture sono più accurate e al motore 1100 viene affiancato una nuovo 1300 derivata dalla Rally , ma depotenziato.

FHA176~1

La Fiat 128 coupé nell’allestimento SL FHA175~1

 La Fiat 128 coupé nell’allestimento S

FHA176~2

Una vista posteriore della 128 coupé SL

Nel 1975 la 128 coupè venne sostituite dalla 128 coupè 3P, 3P come tre porte, in quanto adottató un portellone posteriore per facilitare il carico dei bagagli e la carozzeria viene modificata in numerosi dettagli. La 128 3P uscì di produzione nel 1980. Nel 1976 venne presentata l’ultima serie della 128 berlina che non aveva particolari modifiche meccaniche, ma una mascherina anteriore differente,nuovi paraurti, fanalini posteriori di nuovo disegno e dei sedili più confortevoli.

FHA208~2

La Fiat 128 3P

Con l’arrivo dellas Fiat Ritmo nel 1978 la produzione venne ridotta e  nel 1983 la Fiat 128 uscí dal listino, dopo ben 3 milioni di esemplari prodotti, comprendendo in questa cifra tutte le varianti. La Fiat 128 venne prodotta anche all’estero, in particolare in Argentina con sensibili modifiche anche tecniche ed una variante mai prodottsa in italia, una familiare a 5 porte. La 128 é stata molto popolare nelle terre della ex jugoslavia, dove l’ azienda serba Zastava alla berlina tradizionale affiancò il modello 101 con il  portellone che venne venduto con successo anche in Francia. Sempre  in Serbia la 128 è stata prodotta anche in allestimento camioncino. La 128 3P venne prodotta anche dalla spagnola Seat, ma  con un’altra motorizzazione derivata da quella utlizzata dalla 124.

I MODELLI IN SCALA

Per quanto riguarda le riproduzioni in scala non possiamo certo dire che il soggetto 128 non abbia interessato le aziende del settore. In particolare, preticamente in contemporanea al lancio dell’ autovettura, venne commercializzato un buon modello della berlina a quattro porte in metallo pressofuso, in scala 1:43, della torinese Mercury fornito di sospensioni e porte anteriori apribili.

FIAT128_60

La Fiat 128 berlina a quattro porte prima serie della Mercury in scala 1:43

FIAT128_61

 Vista posteriore della 128 berlina quattro porte della Mercury

FIAT128_59

La 128 berlina prima serie della Mercury aveva le porte antoriori apribili, i fari riprodotti con un brillantino e le sospensioni

La Mercury realizzò anche una variante due porte del suo modello della Fiat 128, modificando lo stampo della 128 a quattro porte, ma utilizzando la mascherina creata per il modello della 128 Rally, creando così una riproduzione non corrispondente alla realtà. In aggiunta alle modifiche apparvero anche delle ruote in plastica che sostituivano quelle con il gommino. La stessa Mercury é stata l’unica (ancora non esiste un altro modello in scala )  a miniaturizzare la 128 Special, utilizzando come base lo stampo della 128 berlina a quattro porte, utilizzando una nuova mascherina anteriore, aggiungendo i profilati sulle fiancate e mettendo al posto delle classiche ruote con il gommino le meno gradevoli ruote veloci in plastica

FIAT128_67

 La Fiat 128 due porte della Mercury in scala 1:43

FIAT128_65

 La 128 2 porte della Mercury manteneva le porte apribili ed adottava le ruote veloci

FIAT128_57

 La Fiat 128 Special della Mercury in scala 1:43. L’uiltima serie prodotta aveva la mascherina interamente cromata

 

Un’altra azienda torinese ormai anch’essa scomparsa, la Pocher, realizzò un ottimo modello della 128 quattro porte in plastica in scala 1:13 con motore elettrico. Per quanto riguarda la variante a due porte ricordiamo la lombarda Mebetoys,  con una riproduzione in scala 1:43 dotata di porte apribili. Ne venne realizzata anche una variante promozionale del modello del 1972 che utilizzava un decalco per riprodurre la nuova mascherina anteriore. La 128 due porte prima maniera rimase a lungo nel catalogo della Mebetoys e terminà la carriera con alcune semplificazioni come le ruote tipo veloci in plastica e la targa stampata direttamente nella scocca.

FIAT128_52

 La Fiat 128 prima serie due porte della Mebetoys presentava il baffo sulla colandra come in realtà aveva solo la 128 quatto porte

FIAT128_51

In questa foto si possono vedere chiaramente due diversi modelli della 128 berlina a due porte prima serie prodotte della Mebetoys: a destra quella con i fanalini posteriori corretti, a sinistra la variante con i fanalini tondi della 128 rally. A suo tempo questo strano ibrido era piuttosto diffuso

FIAT128_46

 La Fiat 128 due porte seconda serie realizzata per scopi promozionali della Fiat da parte della Mebetoys. Da notare la nuova mascherina ed i paraurti senza rostri

  FIAT128_49

La Fiat 128 Rally della Mebetoys in scala 1:43

Anche la 128 Rally venne riprodotta dalla Mercury che però scordò di riprodurre il tubo paracolpi anteriore, particolare che non sfuggì alla Mebetoys nel suo modello. La Mebetoys nel corso deglin anni commercializzò una variante non realistica che utilizzava la scocca della Rally, contraddistinta dai fari posteriori circolari, in abbinamento con la mascherina anteriore della berlina nornale.

FIAT128_55

a sinistra le 128 berlina a due porte e Rally della Mebetoys ultima serie riconoscibili per le ruote veloci e la targa posteriore stampata nella scocca , entrambe in scala 1:43

FIAT128_63

 La 128 Rally della Mercury con porte apribili in scala 1:43

  FIAT128_64

 Vista di tre quarti posteriore della 128 Rally della Mercury che si distingue per i fanalini posteriori circolari e la fascia nera sotto porta

FIAT128_54

 Vista posteriore delle Fiat 128 berlina a Rally della Mebetoys che fanno parte dell’ultima serie prodotta che aveva dei particolari semplificati

 FIAT128_31

La 128 Rally della Grisoni scala 1:50 circa in plastica

La 128 coupè interessò sempre gli stessi produttori, Mercury e Mebetoys, con due riproduzioni non disprezzabili in scala 1:43, mentre la Mebetoys realizzò anche un modello in scala 1:24. La 128 3P apparve nel programma della casa spagnola Mira che per l’epoca miniaturizzò con una buona perizia il soggetto reale.

FIAT128_20

Fiat 128 coupé SL della Mercury con porte apribili, scala 1:43

FIAT128_38

 Da sinistra le Fiat 128 3P Serie Speciale e normale della Norev, scala 1:43

FIAT128_26

La Seat 128 3P della spagnola Mira, scala 1:43 con porte apribili e sospensioni

In tempi assai più recenti la berlina a 4 porte interessò la nostra più antica azienda di modellismo in attività, la Rio,  che ha tuttora in catalogo una bella 128 a quattro porte prima serie affiancata da numerose varianti tra le quali citiamo la 128 Rally, gli allestimenti Taxi, Polizia, carabinieri ed alcune riproduzioni di Fiat 128 che, opportunamante elaborate,  parteciparono con successo a delle competizioni. In tempi più recenti la francese Norev, per la serie Fiat Collection della casa editrica Hachette, ha proposto delle buone riproduzioni della 128 berlina due porte prima serie, della 128 rally e della 128 3P negli allestimenti normale e Serie Speciale. La Neo, specializzata nella riproduzione di modelli in scala di resina, ha messo in catalogo una Fiat 128 CL a quattro porte in scala 1:43 che é sicuramente inedito. E’ comunque inspiegabile il fatto che nessun produttore abbia azzeccato il colore giusto della mascherina anteriore della Fiat 128 prima serie: o la riproducono nera o la cromano. In Argentina il marchio locale Buby produsse a suo tempo due rare ed interessanti riproduzioni in metallo in scala 1:43, con cofano motore, bagagliaio e porte anteriori apribili, della 128 prodotta dalla Fiat Concord e di una sua variante sportiva contraddistinta dal marco IAVA. Alla Zastava 101 ci ha pensato con indubbio successo la Ist che ha commercializzato un modello in scala 1:43

 

 

FIAT128_44

 La Fiat 128 due porte prima serie della Norev in scala 1:43

FIAT128_28

 

 La Fiat 128 berlina prima serie a quatro porte della Rio, scala 1:43

 

FIAT128_41

 

La vista anteriore della 128 berlina due porte prima serie della Norev ci permette di notare la mascherina senza il baffo,  prerogativa della quattro porte

FIAT128_35

Da sinistra le Fiat Concord 128 berlina a quattro porte e la variante sportiva IAVA, entrambe della Buby in scala 1:43Ist Zastava

La Zastava 101 della Ist, scala 1:43

1-3-67

LA FIAT 128 IN ALTRE SCALE…

FIAT128_11

Vista posteriore della Fiat 128 berlina quattro porte prima serie della metro, in scala 1:24 con parti apribili

La Fiat 128 4 porte prima serie in scala 1:24, prodotta dalla metro per la serie QUATTRORUOTE COLLECTION e venduta qualche anno orsono nelle edicole dalla casa editrice Fabbri, é senza dubbio una delle migliori interpretazioni della 128. In partticolare si notano la fedele riproduzione degli interni  e le porte, il cofano motore ed il bagagliaio apribili.

FIAT128_07

La Fiat 128 Rally prodotta a suo tempo dalla Politoys in scala 1:25 in metallo con porte, cofano motore e bagagliaio apribili. Si tratta di un modello che all’epoca rappresentava una buona riproduzione

FIAT128_10

Inquadratura di tre quarti anteriore della Fiat 128 quattro porte della metro

cko 128

La Fiat 128 prima serie a quattro porte della CKO in lamiera, scala 1:35

NEO Fiat 128 Special (2)Fiat 128 CL, Neo, scala 1:43

NEO Fiat 128 SpecialVista di tre quarti anteriore della Fiat 128 CL, Neo, scala 1:43

FIAT128_09

Un bell’esemplare fornito di scatola originale della Fiat 128 Rally della Politoys, scala 1:25

 

468 ad