HOT WHEELS ELITE – Il ritorno di Herbie

Cosa ci fa una modesta Volkswagen 1200 nel catalogo Mattel, in mezzo a bolidi come quelli prodotti dalla Ferrari e dalla Lamborghini? Semplice: è una stella del cinema, e come tale inserita nella serie di modelli dove troviamo la Cadillac di Ghostbuster’s, le auto di Batman, il furgoncino di GMC di A-Team ecc… tutti modelli inseriti nella serie “Cult Classics”.

Mettel Tekno Politoys HerbieA sinistra il Maggiolino della Tekno, al centro quello di Mattel e a destra il modelo della Politoys

Herbie è il nome del “Maggiolino tutto matto”, nome italiano del famoso film della Disney con protagonista una Volkswagen 1200 del 1963.

Una protagonista del tutto casuale. Gli Studio’s Disney avevano in mente il film, ma cercavano una macchina adatta per farne la protagonista.

Herbie-4

Herbie il Maggiolino tutto matto (cartolina originale Autogerma)

Le auto americane? Troppo grandi. I creatori del film si misero ad osservare il parcheggio dei dipendenti ed in particolare il comportamento di chi guidava un’auto d’ importazione e notarono un fatto inconsueto. Alcuni passavano accanto alle autovetture sbattendoci contro magari la valigetta 24 ore senza alcun riguardo. Qualcuno dava perfino un calcio alle gomme, un tipico modo di fare americano che esprime disappunto.

Ma alle Volkswagen no. A queste si passava accanto stando attenti a non sbatterci contro. Qualcuno dava loro una piccola pacca affettuosa. Possibile ?

 

Herbie-3

Sopra e sotto: altre due cartoline stampate da Autogerma in occasione dell’uscita del secondo film

Herbie-1

La vera storia di Herbie è proprio questa. Il Maggiolino Volkswagen è un’auto che desta simpatia alla prima occhiata. Perfetta per un film.

Così ne venne presa una modello 1963, con tetto apribile di tela (il primo film era del 1968). Ne vennero usate addirittura cinque diverse, ma tutte verniciate allo stesso modo. Se gli strapazzi imposti dal copione ne rovinavano una, era pronta la controfigura…

La vettura, si badi bene, nel film è assolutamente priva di scritte, stemmi e marchi. Perfino il logo VW sulle coppe ruote era stato cancellato. La Volkswagen of America si affrettò a dichiarare che non aveva nulla a che fare con la Disney e che quello non era un film promozionale. Anche con i marchi cancellati, però, la forma del Maggiolino era famosa in tutto il mondo ed inequivocabile. Inutile dire che influenzò la moda del Maggiolino Volkswagen negli Stati Uniti e arrivò ad indurre la stessa Volkswagen a produrre un set di strisce e placche col numero “53”, da vendere ai suoi clienti come accessorio originale.

Mattel Hot Wheels VW Herbie (6)

Sopra e sotto il modellino della Mattel Hot Wheels, in scala 1:43

Mattel Hot Wheels VW Herbie (1)

Il successo del film fu enorme e ad esso ne seguirono altri 5 con avventure sempre più bislacche, ma sempre piacevoli.

E i modellini ? Ne fioccarono parecchi, specialmente da parte dei produttori che già avevano in catalogo un modello in scala di Maggiolino facilmente decorabile come Herbie. E’ il caso della Tekno. La Politoys si spinse a riprodurre Herbie nel momento i cui la carrozzeria si spacca nella corsa finale, con un delizioso gadget a molla che divide in due il modello. Polistil volle fare Herbie in scala 1:24, ma aveva solo lo stampo di un Maggiolone 1303, così il risultato non fu fedele al film. Lo stesso fece la Hongwell per la serie Cararama che mise il “53” su un Maggiolone…

Polistil Herbie

Il falso Herbie (in realtà un Maggiolone 1303) della Polistil in scala 1:24.

Cararama HerbieAnche Cararama ha realizzato un modello di Herbie che in realtà non è una Volkswagen 1200 ma un Maggiolone

Oggi possiamo contare su un nuovo piccolo Herbie in scala 1:43, opera, come abbiamo detto all’inizio, della Hot Wheels (che ne ha in catalogo anche una versione in 1:18) e che riproduce il Maggiolino tutto matto nella versione dell’ultima gara nel primo film.

Mattel Hot Wheels VW HerbieMattel Hot Wheels VW Herbie (2)

Il modello è ben proporzionato e realizzato con cura nei dettagli e nella colorazione. Stupisce in tutta questa perfezione la banda azzurra delle strisce che corrono sulla carrozzeria di Herbie, che è una sorta di azzurro metallizzato mentre l’originale è di un bel Blu Francia.

Veramente belli i fari anteriori, che hanno una profondità inaspettata su un modello in questa scala e rispecchiano fedelmente l’aspetto dei «sealed-beam» montati sulle Volkswagen destinate agli Stati Uniti.

Mattel Hot Wheels VW Herbie (4)Mattel Hot Wheels VW Herbie (3)

Il fondino riproduce abbastanza bene la meccanica, motore posteriore e quant’altro, ma è un po’ carente nella parte anteriore, in quanto occupata soprattutto dalle scritte e dal Copyright della Disney.

Mattel Hot Wheels VW Herbie (7)

Molto belle le ruote, esattamente come l’originale, ma quelle anteriori sono un po’ schiacciate sotto ai parafanghi, dando al modellino un aspetto un po’ picchiato, come durante una frenata.

La capote di tela apribile è un pò spessa, ma è molto d’effetto (si veda quella del modello Tekno nella foto di apertura, realizzata con una semplice decalcomania e quindi, al contrario, assolutamente piatta) e perciò otticamente preferibile a una riproduzione eccessivamente in scala e perciò di spessore quasi invisibile. Gli interni si vedono poco dai piccoli finestrini del Maggiolino, ma possiamo assicurarvi che sono accurati.

Mattel Hot Wheels VW Herbie (interni)Particolarmente ben fatte le cinture di sicurezza, con fibbie e nastri. Però per vederle bene bisogna togliere la carrozzeria… 

Herbie della Mattel-Hot Wheels è promosso a pieni voti e può entrare in molti generi di collezioni: dall’appassionato Volkswagen, a quello di cinema e a quello di tematica Hot Wheels.

Mattel Hot Wheels VW Herbie (5)

 

468 ad