Hellenic Motor Museum

Quando si parla di motorismo certo la Grecia non è la prima nazione che venga in mente, eppure anche questo paese di incommensurabili capolavori artistici ha avuto i suoi trascorsi automobilistici, di piccola entità, ma pur sempre da ricordare.  Dopo le prime costruzioni pioneristiche, le politiche governative hanno presto orientato lo sviluppo verso l’importazione e/o il montaggio da CKD/PKD, piuttosto che verso la realizzazione di stabilimenti completi di produzione.  Le poche attività di produzione hanno riguardato i cosiddetti “veicoli agricoli” (cioè che potessero essere utilizzati per attività produttive), abbandonati poi al cessare delle agevolazioni fiscali.  Nonostante questo è vivo nel paese l’interesse per le vetture storiche e parecchie sono le collezioni private.  Una di queste si è trasformata da pochi anni in un vero e proprio museo dell’auto, situato per di più nel pieno centro di Atene, a pochi passi dal famoso Museo Archeologico e quindi facilmente accessibile.  L’Hellenic Motor Museum (fondazione Theodore & Joanna Charagionis) espone un centinaio di vetture (la collezione ne conta circa trecento), in gran parte magnificamente restaurate, su tre piani di un complesso avveniristico, il Capitol, completo di shop e ristorazione.

Testo e foto di Fabrizio Panico

panoramica 1

Una panoramica della sala

ALTA Attica 200 (Fuldamobil) 1974-001

La Alta Attica 200 del 1974 era prodotta su licenza della tedesca Fuldamobil

La collezione si è rapidamente sviluppata, tramite l’acquisizione di altre collezioni e l’attiva partecipazione alle aste. Numerose le vetture statunitensi, specie degli anni trenta (Lincoln, Packard, Nash, Hudson), e quelle inglesi degli anni cinquanta (notevoli le Allard, Lagonda e Jowett presenti).  Non mancano ovviamente le francesi (Facel Vega, Voisin, Delage), le tedesche (BMW, Adler, Mercedes) e le italiane (Abarth, Osca, Diatto).  Un’intera sezione è dedicata alle “supercar” italiane : Ferrari, Lamborghini, Iso e Maserati abbondano.  Ma certo di maggiore interesse è la parte dedicata alle vetture greche, l’esposizione “Made by Hellas” del 2014 è diventata infatti ospite permanente del museo. Sono qui presenti esemplari di NAMCO Pony, MAVA Farma, TZEN Tonako, MEVEA Robin, ALTA Attica, Enfield Neorion e prototipi di UoPRacing, Korres e Volanis.  Senz’altro un argomento da approfondire.

Dopo tanti giorni dedicati ai templi ed ai ricchi musei della città la scoperta di questa “gemma” automobilistica é veramente da non perdere.

  (vedi anche www.hellenicmotormuseum.gr )         

Enfield Neorion E8000 1976

La Enfield Neorion E 8000 del 1976 era un’auto elettrica

MEVEA Robin (Reliant) 1978

La Mebea Robin del 1978 era una Reliant prodotta su licenza

NAMCO Pony Citroen 1974

La NAMCO Pony Citroën 1974

TZEN Tonako 1980

La TZEN Tonako 1980 é un concept con un motore de 49 cc

MAVA Farma Renault 1984

La MAVA Farma Renault del 1984 era realizzata dall’importatore greco della Renault

Volanis Apollon 1984

La Volanis Apollon é un concept che utilizzava la meccanica della Renault 11

panoramica 3

Una foto del reparto riservato alla auto granturismo italiane

Bentley mk_VI 2_door_Coupé JamesYoung 1946

La Bentley MK VI 2 door coupé  James Young 1946

DSCN4012 Allard P1 saloon 1950

La Allard Saloon P1 1950

DSCN3987 BMW 328 1940

BMW 328 1940

Healey 2,4_litre sports_saloon Tickford 1952

Healey 2,4 litre Sports Saloon  Tickford 1952

panoramica 2

Un’altra visione panoramica della collezione

Jowett Jupiter coupé Abbott 1952

Jowett Jupiter coupé Abbott 1952

DSCN3943 Willys Whippet Six 1929

Willys Whipper Six 1929

DSCN3955 Voisin C4 roadster 1926

Voisin C4 roadster 1926

DSCN3941 Packard model 443 1928

 Packard Model 443 1928

DSCN3931 Lincoln V8 roadster 1927

Lincoln V8 roadster 1927

HellenicMotorMuseum

Hudson SuperSix sedan 1924

La Hudson  Super Six sedan 1924

468 ad