Festival Automobile International

Nella settimana che precede Retromobile Parigi ospita il “Festival Automobile International”, una manifestazione giunta ormai alla 33esima edizione e che ha le sue radici nel “Festival Automobile de Chamonix”. Rémi Depoix e Franz Hummel nel 1985 avevano fatto rinascere le “24 Heures de Chamonix” e l’anno successivo il Festival, destinato a premiare quanti avessero primeggiato nelle attività pertinenti lo sport automobilistico : organizzatori, fotografi, giornalisti etc. In seguito si decise di istituire un premio anche per la più bella vettura dell’anno, per poi estendere le premiazioni alle personalità che avessero svolto un ruolo determinante nell’evoluzione dell’auto, sia sul piano sportivo, che commerciale o industriale.

Foto e testo di Fabrizio Panico

Citroën C6 G cabriolet 1931

In the week before Retromobile Paris hosts the “International Automobile Festival”, an event now in its 33rd edition and which has its roots in the “Festival Automobile de Chamonix”. Rémi Depoix and Franz Hummel in 1985 had revived the “24 Heures de Chamonix” and the following year the Festival, intended to reward those who had excelled in the relevant activities of the automobile sport: organizers, photographers, journalists etc. Later it was decided to set up a prize for the most beautiful car of the year, and then extend the awards to the personalities who played a decisive role in the evolution of the car, both on the sporting, commercial or industrial level.

Voisin Type C15 Record Yacco 1930

Dal 2001 il Festival diviene internazionale e si sposta a Parigi, dapprima all’Hotel Ritz, poi al Grand Palais ed infine all’Hotel des Invalides. Nel 2008 il Festival si sviluppa ancora, realizzando la sua prima “Exposition de Concept-cars”, e divenendo quindi una delle manifestazioni più importanti nell’ambito del “car design”.

La Delahaye 135 M  Figoni-Falaschi  1947

Talbot T26 Record Coach Figoni-Falaschi 1948

Ma cosa è esattamente una “concept-car” ? in effetti questa generica definizione racchiude tutta una serie di progetti tesi ad esplorare un futuro più o meno prossimo. Al primo posto potremmo porre le “show-cars”, eredi delle “dream-cars” degli anni ‘50 e ‘60, decisamente futuriste e di cui non si prevede alcuna industrializzazione (ad esempio Renault RS 2027 formula 1). Seguono le “concept-cars” vere e proprie, ossia delle vetture che anticipano l’orientamento stilistico di un costruttore senza essere esattamente conformi alle sue vetture future (es. Land Rover Discovery Vision). Ancora i “prototipi”, cioè dei cloni di una vettura futura, dai profili definitivi, ma arricchiti di una serie di “contenuti accessori” che non troveranno seguito in produzione (es. Citroen C-Aircross Concept). Seguono poi i cosiddetti “dimostratori”, auto di serie su cui vengono sperimentate meccaniche basate su nuove tecnologie (es. BMW H7 Clean Energy). Infine, le “carrozzerie speciali”, confezionate “su misura” in esemplare unico, o pochi più, basandosi su meccaniche esistenti, in pratica perpetuando la tradizione dei carrozzieri di una volta (es. Pininfarina Ferrari P4/5 per James Glickenhaus).

La Jannarelly-Design 1 Roadster

La Renault Simbioz Concept 2017

La Mazda Vision Coupé Concept 2017

BMW Z4 concept 2018

Giunta quindi alla sua undicesima edizione, l’“Exposition de Concept-cars et Design Automobile” ha presentato nella suggestiva cornice di Place Vauban tutta una serie di vetture tese ad illustrare le varie sfaccettature delle “concept-cars”, ed in parallelo una ricca celebrazione del contributo francese al design, sia in patria (es. Delahaye di Figoni & Falaschi) che all’estero (es. Paul Bracq con la Mercedes 230 SL). Una manifestazione che ogni anno ci aiuta ad immaginare quale sarà il futuro dell’auto, senza dimenticare le eccellenze raggiunte in passato.

La Renault RS 2027  F1 Concept 2017

La Peugeot Instinct Concept 2017

La Mercedes-Benz Maybach 6 Cabriolet  Concept 2017

Ligier JS P4 concept 2017

Kia Niro Concept 2013

Kia Proceed Concept 2017

La Land Rover Vision  Discovery Concept 2017

Lamborghini Terzo Millennio Concept 2017

 

468 ad

Leave a Comment