Ferrari 458 Spider – Mattel Hot Wheels Elite in scala 1:18

La Ferrari 458 Spider è stata presentata a Maranello l’8 settembre 2011, pochi giorni prima del Salone di Francoforte, durante una coreografica cerimonia nella quale è entrata sul palco guidata da Fernando Alonso. La vettura rappresenta un’innovazione nel panorama delle vetture scoperte ad alte prestazioni a motore centrale, in quanto per la prima volta viene utilizzato un tetto rigido a scomparsa, ovviamente comandato elettronicamente. Di fatto, la 458 Spider dovrebbe essere definita “coupè cabriolet” poiché a tetto chiuso presenta le stesse caratteristiche di confort ed insonorizzazione della versione coupè. Quando la vettura è aperta, invece, è uno spider a tutti gli effetti: restano solo due “gobbe” aerodinamiche dietro la testa del passeggero e del pilota, contenenti anche il roll/bar di sicurezza, ed il piccolo lunotto tra gli appoggiatesta, che svolge la funzione di frangivento e che può essere abbassato elettricamente.

Foto di Andrea Torchio

Ferrari458spyder_copertina

Le caratteristiche tecniche sono identiche a quelle della versione chiusa: stesso motore da 4.499 cm3,  stessa potenza di 570 cv a 9000 giri; il peso aumenta di soli 50 kg, attestandosi a 1430 kg a secco, contro i 1380 della versione coupè. Le prestazioni ne risentono in minima parte: la velocità massima dichiarata è di 320 km/h (soli 5 km/h in meno rispetto alla coupé) e il tempo di’accelerazione aumenta di 1/10 di secondo per la misurazione da 0 a 100 km/h con partenza da fermo: 3,5 secondi contro 3,4.

Ferrari458spyder_trqant

Ferrari458spyder_trqpost

Inutile dire che Mattel, nella serie Hot Wheels Elite, non poteva farsi scappare questa nuova creazione di Maranello: quindi, dopo la 458 Italia coupè e la 458 GT2 (già recensite dalla nostra rivista) ecco che ci presenta la 458 spider nella scala 1:18, in tre varianti di colore: rosso, nero lucido, bianco ed il grintoso nero opaco.

Anche questo modello viene venduto nella nuova scatola in polistirolo, cosa assai gradita; ed anche questo modello presenta la ricchezza di particolari e la precisione già mostrata per la coupè. La linea è stata perfettamente riprodotta, con una verniciatura uniforme, brillante e del giusto spessore, con i particolari verniciati in nero ben delineati.

Ferrari458spyder_musoFerrari458spyder_coda

La calandra conserva le due sottilissime griglie metalliche che chiudono le prese d’aria ed il cavallino in fotoincisione. I sottili fari sono identici a quelli del coupé e rendono bene i led ed i due proiettori elissoidali. Il cofano si apre anche in questo caso su due sottili cardini, restando aperto senza sostegni, ma il vano bagagli ha perso la moquette a favore della nuova vernice opaca nera. Anche la plastica con effetto carbonio della cornice del vano è stata sostituita con una plastica nera opaca. E’ stata però aggiunta la plafoniera per l’illuminazione del vano.

Ferrari458spyder_aperta

Ferrari458spyder_vano-ant

I grandi tergicristalli sono realizzati in fotoincisione, con un ottimo effetto. Le porte sono prive del vetro laterale e la riproduzione degli interni è di ottimo livello. Anche il pavimento perde la moquette floccata, sostituita dalla verniciatura nero opaca: l’effetto è comunque buono. É apprezzabile la qualità della plastica nera, che rende benissimo l’effetto pelle, aiutato anche dalle “cuciture” stampate sui sedili e sul cruscotto. Bello il frangivento dietro i sedili, nella cui sede sono state correttamente stampate le “guide” di scorrimento. Le cinture di sicurezza sono in vero tessuto, la pedaliera é realizzata con la fotoincisione, ma i battitacco sono in plastica color “titanio” , per essere intonati alle rifiniture del cruscotto ed alle maniglie di apertura delle portiere. I due loghi Ferrari sono realizzati con una fotoincisione adesiva cromata, così come il finissimo logo 458 spider posto sul cruscotto.

Ferrari458spyder_interno

I due manettini del cambio dietro al volante, che nella coupé erano un po’ troppo spessi, sono stati assottigliati e migliorati.  Il cofano motore, con le sei piccole feritoie di sfiato (che ricordano quelle della Dino 206) chiuse da una finissima retina, si apre su piccola porzione del propulsore, che appare comunque molto ben rifinito ed arricchito da alcuni particolari fotoincisi. Niete cablaggi a vista, come nella realtà. La coda presenta le stesse caratteristiche di quella del coupé, ma questa volta i tre tubi di scarico sono stati correttamente verniciati di nero all’interno e sono stati aggiunti nello stampo i sensori per la retromarcia.

Ferrari458spyder_fiancosx

Ferrari458spyder_fiancodx

Le fiancate del modello hanno sempre il piccolo logo Pininfarina in fotoincisione adesiva cromata, la gemma dell’indicatore di direzione in plastica trasparente e  dal lato guida, la serratura. La parte bassa della fiancata, ovvero la “minigonna” che raccorda i parafanghi è nel colore della vettura. Le ruote dal pneumatico ultra-ribassato sono identiche a quelle montate sul modello della coupè, e anche in questo caso sembrano un pelo troppo grandi. Belli, anche su questa spider, i dischi freno dotati di pinze marchiate Ferrari.Il fondo del modello è identico a quello della versione coupè: carenato, in plastica nera effetto metallizzato, ma sempre privo di meccanica.

Ferrari458spyder_motore

Ferrari458spyder_fondo

In concusione: ancora un bel modello marchiato Hot Wheels Elite, accurato e di ottimo livello, che sicuramente farà un figurone nelle vetrine dei collezionisti soprattutto se affiancato a quelli delle altre due 458!

468 ad