EPOQU’AUTO 2010

Strepitosa presentazione per i 50 anni della Peugeot 404

Appena trascorsa, l’edizione 2010 di Epoqu’Auto, la manifestazione che si tiene ogni anno all’Eurexpo di Lione, ha assegnato all’Alfa Romeo la piazza d’onore.

Ampliata rispetto a qualche anno fa, la manifestazione ospita, com’è ormai consueto, un ampio piazzale riservato alle auto d’epoca dei visitatori, che quest’anno andavano dalla piccola Acma Vespa 400 alla monumentale Pontiac Bonneville del 1966.

Pontiac Bonneville 1966

Pontiac Bonneville 1966

Meyer Manx

Dune Buggy Meyers Manx originale americano su meccanica VW 1200

Sumbeam Rapier Mk.II

Sumbeam Rapier Mk.II

Juvaquatre break

Renault Juvaquatre break

Chevrolet 1956

Chevrolet BiscaYne 1956

BMW 600

Bmw 600

Tatra 603-3

Tatra 603-3

Al coperto altre auto d’epoca aspettavano il visitatore, qui raggruppate per marca o per Club. Interessante la partecipazione del Museo di Rochetaillée, un museo con 120 vetture di cui 20 pezzi unici al mondo e quella dei principali club di marca, come quello di Renault che festeggiava i 60 anni della Colorale, esposta in varie versioni.

Jean Gras 1925

Jean Gras Torpedo 1925

Renault Colorale pick up

Renault Colorale pick up

I 50 anni della Peugeot 404 erano invece festeggiati con una vettura esposta su un piedestallo decorato come la scatolina della Dinky Toys francese che la riprodusse. La 404 aveva lo stesso colore di quella in miniatura della quale si può pertanto apprezzare la fedeltà.

Come accennato la piazza d’onore era dedicata al centenario Alfa Romeo: sui bordi di un grande quadrilatero erano esposte le principali vetture che hanno reso celebre il marchio, Dalla 6C 2500 Touring alla P3 da corsa, dalla 1750 Zagato degli anni 30 alla 1900 berlina del 1956, dalla fuoristrada “Matta” alla Giulia e così via.

Alfa Romeo Matta

Alfa Romeo Matta 4×4

Alfa Ghia Aigle

Alfa Romeo 1900 con carrozzeria Ghia-Aigle

Alfa Romeo P3

Alfa Romeo P3

Di contorno, per la gioia degli appassionati, stazionavano celebri vetture francesi spesso poco conosciute da noi, come le Salmson o le Delahaye e anche altre come la Panhard che ormai da decenni sono scivolate nell’oblio.

Molto interessante anche una Rambler Renault del 1962, vettura nata per inserire nel listino Renault un modello di prestigio, dopo la sfortunata Fregate. Anche questa fu un’esperienza poco felice. La Rambler era (in America) una vettura economica, mentre in Europa aveva dei costi di gestione paragonabili a una Mercedes e anche più. Il compromesso Renault perciò non accontentava nessuno e le ultime Rambler Renault furono vendute nel 1967. Una rarissima versione di quest’ anno era nel piazzale esterno.

Rambler Renault 1967

Rambler Renault Rebel 1967

De Soto FireFlight 1959

De Soto FireFlight 1959

Acma Vespa 1952

ACMA Vespa 1952 di produzione francese

A proposito d’auto americane non possiamo dimenticare due quanto mai rare De Soto che facevano bella mostra in due punti dell’esposizione.

Esposizione che raccoglieva una miriade di ricambisti per auto e moto d’epoca, restauratori e librai e ovviamente collezionisti di modelli in scala. Peccato non fossero raggruppati per tematiche, tanto che per vederli tutti era necessario spingersi in tutti gli angoli dei padiglioni, lottando spesso con una grande folla di visitatori.

Gama Lanciamissili

Lanciamissili Gama, in latta

Joustra Bernard pompieri

Autocarro pompieri Bernard della Joustra, in latta e plastica

I modellini delle enciclopedie la fanno da padrone anche nelle borse francesi, ma, almeno per noi, ve ne sono alcuni che difficilmente troviamo dalle nostre parti. Anche fra gli obsoleti non c’era che l’imbarazzo della scelta. Insospettabili giocattoli francesi si affiancano alla più nota produzione tedesca e spuntano qua e là amabili giocattoli di plastica degli anni ’50 che fanno oggi la gioia dei collezionisti come allora quella dei bambini (o forse sono le stesse persone, ma cresciute….). Da rimarcare alcuni modellini della BS, o Beuzien & Sordet, azienda i cui prodotti avevano una diffusione più limitata rispetto ai Clé, ma non per questo meno belli, particolarmente i modelli in scala grande (1/30 circa).

BS Simca Ariane

Simca Ariane, Beuzien&Sordet (BS), 1/30

Clé Peugeot 203

Peugeot 203, Clé, 1/30

Clé Mercedes 180

Mercedes Benz 180, Clé, 1/43 con scritta promozionale Bonux (marca di saponi)

France Jouets Berliet Stradair

Berliet Stradair promozionale “Pierval”, France Jouets (FJ), 1/60.

Crio Aronde P60

Simca Aronde P60, Crio, 1/43, in plastica soffiata

Ites Tatra 603

Tatra 603, Ites, 1/18 circa

Auto di legno

Un artigiano francese proponeva incredibili modelli in legno in scala 1/8 – 1/6 circa

Una esposizione dunque da consigliare, anche per la possibilità di mettere a segno qualche buon affare, non fosse per la differenza di valutazione di determinati modelli in Francia piuttosto che in Italia…

468 ad