CONCORSO D’ELEGANZA – TORINO 8-9 Settembre 2012

Si è tenuto a Torino nei giorni 8 e 9 Settembre il Concorso internazionale di Eleganza Residenze Sabaude, organizzato dall’ASI ed avente come scenario nella prima parte la Palazzina di Caccia di Stupinigi e nella seconda parte il Palazzo Reale di Torino.

Vista delle auto partecipanti al concorso con sullo sfondo la Palazzina di Caccia di Stupinigi

L’autovettura che ha raccolto più consensi é stata l’ Alfa Romeo 6C Sport Cabriolet, carrozzata dagl iStabilimenti Farina nel 1949, che é stata premiata con il “Best of Show” e con il primo posto nella categoria  Classic 1946/1960 . Per la categoria Vintage 1920/1930 la prima classificata é stata la Lancia Lambda VI serie Roadster 2 Seater Curtis Automobile London del 1926, per le Post Vintage 1931/1940 con carrozzeria chiusa la Lancia Astura IV serie coupé Pininfarina del 1939, per le Post Vintage 1931/1940 con carrozzeria aperta la Lancia Astura Trasformabile Torpedo Sport carrozzata da Castagna del 1933, per le Post Classic 1961/1970 la Maserati 3500 GT Touring 1962 e per le Post Classic Modern 1966-1975 la Jaguar E 3.8 coupé del 1962. Sono inoltre stati conferiti dei premi speciali:  “Vettura da sogno” alla Lancia Astura Trasformabile Torpedo Sport Castagna del 1933,  “Icona della Dolce Vita” alla Lancia Aurelia B24 spider del 1956, “Trofeo Città di Torino” alla Rolls Royce Phantom II Pininfarina 1935, “Vettura meglio restaurata” all ‘Alfa Romeo 1900 coupé Pininfarina 1953, “Trofeo Promauto” alla Bmw 326 Autenrieth 1938,  “Lady al volante” alla Jaguar 3,4 S 1965, “Coppa alla storia” all’Alfa Romeo 1900 Victoria cabriolet Stabilimenti Farina del 1952.

Alfa 6C sport Farina 1947

L’Alfa Romeo 6C Sport Cabriolet, Stabilimenti Farina, 1947

Concorso Eleganza TO 09012 057

Il posto di guida dall’Alfa Romeo 6C Sport Cabriolet, Stabilimenti Farina, 1947

Concorso Eleganza TO 09012 062 - Copia

Vista posteriore dell’Alfa Romeo 6C Sport Cabriolet  Stabilimenti Farina del 1947

Lancia Lambda VI serie 1926

Lancia Lambda VI serie Roadster 2 Seater Curtis Automobile London, 1926

Concorso Eleganza TO 09012 138

Vista da dietro della Lancia Lambda VI Serie Roadster 2 Curtis Automobile London, 1926

Lancia Astura Ciano

Lancia Astura IV serie Coupé Pininfarina 1939

Concorso Eleganza TO 09012 075

Vista parziale dell’interno della Lancia Astura IV Serie Coupé Pininfarina 1939

Lancia Astura PF Ciano

Un’altra inquadratura della Lancia Astura IV serie Coupé Pininfarina 1939

Lancia Astura sport Castagna 1933

La Lancia Astura Torpedo Sport, Carrozzeria Castagna, 1933

Eleganza TO 0912 001

Il posto di guida della Lancia Astura Torpedo Sport, Carrozzeria Castagna, 1933

Lancia Astura Boneschi

                                                  Lancia Astura Tipo Ministeriale, carrozzeria Boneschi, 1938

Concorso Eleganza TO 09012 102

Vista posteriore della Lancia Astura Tipo Ministeriale,carrozzata Boneschi, del 1938

Maserati 3500 GT

La Maserati 3500 GT carrozzata Touring del 1962

Concorso Eleganza TO 09012 042

La Maserati Mistral 4000 1967

IMG_8564

La Ferrari 250 GTE coupé Pininfarina 1963

Fiat Dino 2400

La Fiat Dino coupé 2.4 1971

RR Phantom II (1)

La Rolls Royce Phantom II, carrozzata da Pinin Farina, 1935

Concorso Eleganza TO 09012 086

Posto di guida della Rolls Royce Phantom II, carrozzata Pinin Farina, 1935

La Rolls Royce Phantom II presente al raduno é un’auto veramente particolare, in quanto il telaio nel 1934 é stato importato dall’Inghilterra dal primo proprietario, il Marchese Demetrio Imperiali ed affidato alla Pinin Farina per essere carrozzato. L’auto é stata immatricolata a Torino il 16 Gennaio 1935 e mantiene tuttora la targa originale. Nel 1935 vinse il premio di Bellezza ed Eleganza a Monte Carlo ed in seguito per parecchi anni rimase nel giardino di una villa, sotto sequestro da parte del tribunale di Genova. Negli anni 90′ venne restaurata per quanto riguarda la meccanica dall’officina Bosato e per la carrozzeria dalla carrozzeria Pavesi di Milano. Dopo il restauro ha partecipato ad importanti concorsi per auto d’epoca. Il motore é un 6 clindri in linea con una cilindrata di 7668 cmc sviluppante una potenza di 170 CV a 3000 giri/min. La lunghezza é di 5,50 metri, la larghezza di 1,90 metri, il peso é di circa 3000 kg. Il consumo é di 3 km per litro di carburante e la velocità massima di circa 160 km/h.

Eleganza TO 0912 003

Il motore della Rolls Royce Phantom II, carrozzata Pinin Farina, 1935

RR Phantom II

Un’Altra inquadratura della Rolls Royce Phantom II, carrozzata Pinin Farina, 1935

BMW

La Bmw 326, Cabriolet Autenrieth 1938

Concorso Eleganza TO 09012 025

L’interno della Bmw 326, cabriolet Autenrieth 1938

Alfa 1900 Farina

L’Alfa Romeo 1900 Victoria, Cabriolet Stabilimenti Farina 1952

Concorso Eleganza TO 09012 127

Il vano motore  del’Alfa Romeo 1900 Victoria, Cabriolet Stabilimenti Farina, 1952

Concorso Eleganza TO 09012 080

L’Alfa Romeo 1900 Victoria cabriolet del 1952 vista da dietro

Alfa 1900 Nardi Pininfarina

Alfa Romeo 1900 PF 1953

Due inquadrature dell’ Alfa Romeo 1900 Coupé Pininfarina 1953

Concorso Eleganza TO 09012 077

La Jaguar MK VII M berlina Barker, 1955

Jaguar 420

Da sinistra le  Jaguar S 3.4 del 1965 e del 1966 con due Carabinieri in alta uniforme

Bianchi S9 Superga Lusso 1936

La Bianchi S9 Superga Lusso 1936

Alfa Romeo 2600 Ghia

L’Alfa Romeo 2600 spider di Ghia, prototipo del 1962

Concorso Eleganza TO 09012 178

Il posto di guida dall’Alfa Romeo 2600 spider prototipo di Ghia del 1962

Concorso Eleganza TO 09012 083

Dettaglio del vano motore dell’Alfa Romeo 2600 spider carrozzata dalla Ghia

Alfa Romeo Ghia (1)

Una vista posteriore dell ‘Alfa Romeo 2600 spider, prototipo della carrozzeria Ghia del 1962

Scap barchetta

La particolarissima SCAP M Sport 1924

Concorso Eleganza TO 09012 092

Il posto di guida della SCAP M Sport del 1924

La S.C.A.P.(Société de Constructeur Automobile Paris) era un’azienda francese che operò dal 1912 al 1929 costruendo sia dei motori per aereo che delle autovetture di un certo pregio, anche sportive. L’auto presentata al concorso aveva un motore a 4 cilindri con distribuzione a valvole in testa ed una cilindrata di 1098 cmc. A richiesta era possibile avere un compressore Cozette per aumentare le prestazioni.

Concorso Eleganza TO 09012 091

Vista posteriore della Scap tipo M Sport del 1924

Fiat 503

La Fiat 503 Torpedo del 1927

Concorso Eleganza TO 09012 136

La Fiat 520 del 1928

Lancia Aurelia

La Lancia Aurelia B24 spider del 1956

Concorso Eleganza TO 09012 168

Il posto di guida di un’altra Lancia Aurelia B24 dotata di tonneau cover

Concorso Eleganza TO 09012 049

La Jaguar E 4,2 coupé 1968

Jaguar E 4.2 2+2 1968

Jaguar E 3,8 coupé 1962

Chiudeva la manifestazione una umile Alfa Romeo Giulia 1300 del Corpo dei Vigili del Fuoco.

Alfa Giulia 1300 pompieri

L’Alfa Romeo Giulia 1300 TI 1967 dei Vigili del Fuoco

Eleganza TO 0912 008

La seconda parte del concorso si é svolta nel cortiletto del Palazzo reale di Torino

468 ad