Batmobile 1966 – Mattel Hot Wheels Elite scala 1 : 18

Pochi probabilmente sanno che la Batmobile ha origini italiane, e perdipiù sabaude… già, perché l’incredibile automezzo utilizzato da Batman nei mitici telefilm degli anni ’60 altro non era che la Lincoln Futura, esagerata (anche per l’epoca) concept-car dalle linee ultra-avveniristiche, costruita in un esemplare unico marciante nelle officine Ghia di Torino, per venire in seguito presentata in tutti i saloni automobilistici del 1955.

Foto di Andrea Torchio

Batmobile_copertina

Il successo della bianca Lincoln Futura fu grande e la Ford, proprietaria del marchio, ne ricavò un notevole ritorno pubblicitario, ma a parte qualche particolare, seppure addolcito nell’estetica, trasferito sulle vetture di serie (ad esempio i “pod” anteriori e le pinne di coda) la Futura cadde ben presto nel dimenticatoio e non bastò la sua apparizione nel film del 1959 “Cominciò con un bacio” con Glenn Ford, riverniciata in un fiammante rosso, per riportarla in auge. Come si usava all’epoca, i prototipi erano destinati alla demolizione, ma la nostra Futura fu salvata dal designer e “customizzatore” George Barris, che la conservò diversi anni nella sua collezione prima di trasformarla, in sole sei settimane, nella vettura di Batman e Robin utilizzata dal 1966 al 1968 nella serie televisiva interpretata da Adam West (Batman) e Dick Grayson (Robin).

 

Batmobile_trqmusoBatmobile_trqcoda

1955_LincFutura_ConCar_HR

Una foto ufficiale della Lincoln Futura

Il modello Mattel è stato già proposto sia nella serie “base” che nella serie Elite e sia nella scala 1:43 che in 1:18, ma quello che presentiamo qui oggi è una variante decisamente interessante, visto che è corredata dai figurini in scala di Batman e Robin. I personaggi sono realizzati in plastica, completi di gambe ed hanno dimensioni anatomicamente corrette; sono accuratamente dipinti ed esibiscono le fattezze riconoscibili dei protagonisti del telefilm, incluso l’accenno di pancetta di Adam West/Batman, che non era esattamente un culturista… e la posizione di Robin, impegnato a gesticolare mentre parla al radiotelefono è molto simpatica ed accattivante.

Batmobile_personaggi

Batmobile_batman

Batmobile_robin

Per il resto, il modello presenta un buon grado di dettaglio: la linea è ben riprodotta, la verniciatura è uniforme e lucidissima. Molto ben fatti anche i filetti rossi che caratterizzano la vettura. Degne di nota sono le griglie della calandra, in fotoincisione, che lasciano intravedere i fari della vettura d’origine, oscurati per esigenze cinematografiche. Anche le griglie di coda sono fotoincise. Altrettanto ben fatte sono la piccola antenna girevole posta alla base delle cupole del parabrezza e le cupole stesse, con i vari gadget, dal lampeggiante alla leva di espulsione, in bella mostra.

Batmobile_muso

Batmobile_musoB

1955 Futura Concept (UK)

 Una vista dall’alto della Lincoln Futura del 1955

L’abitacolo è ben rifinito e non mancano all’interno nè l’estintore, nè la bussola posta sul cruscotto, nè la leva del cambio automatico. Le porte hanno le maniglie di apertura in fotoincisione ed i pannelli portiera, che riproducono quelli della Lincoln Futura, sono di buona fattura. I sedili sono invisibili, perché completamente coperti dai mantelli dei personaggi.

Batmobile_internidx

Batmobile_internisx

Il filo della cornetta del telefono è morbido e realmente ritorto. La presenza dei dettagliati personaggi rende l’insieme decisamente ben riuscito e ci fa perdonare gli ormai obsoleti cardini a “zampa di cane” delle portiere, colpevoli, tra l’altro, della chiusura non molto precisa delle stesse.

Batmobile_internialto

Batmobile_fiancosx

Batmobile_fiancodx

Fin troppo preciso è invece l’assemblaggio dei cofani anteriore e posteriore, tanto che è necessario aiutarsi con uno stuzzicadenti per poterli aprire. Anteriormente troviamo una riproduzione di fantasia di un motore a turbina (notare la doppia batteria), abbastanza gradevole nella fattura e nei colori; forse una riproduzione dell’8V, che in realtà faceva muovere la vettura, sarebbe stata più gradita dagli automodellisti, ma avrebbe senz’altro scontentato i fan della serie TV…

Batmobile_motore2

Batmobile_motore1

Nel piccolo cofano posteriore  trova posto il “Mobile Crime Computer”, con tanto di cablaggi (stampati) e pulsanti. Peccato che la superficie sia stata riprodotta con un semplice adesivo, forse un po’ povero. Qualche filo “vero” ed uno stampo in rilievo verniciato avrebbero avuto un aspetto più realistico.

Batmobile_computer

La coda della vettura è caratterizzata dalla “bocca” di scarico della turbina, con i due paracadute (Bat-chute) piazzati ai lati e curiosamente dalla targa 2F-3567 che ci informa che la vettura è stata immatricolata a Gotham City nel 1966.

Batmobile_coda

Batmobile_codaB

Le ruote, che sfoggiano cerchi cromatissimi e decorati con il pipistrello rosso, calzano pneumatici dalla scolpitura un po’ troppo moderna, ma che non disturba. L’assetto della vettura è un pelo troppo rialzato rispetto all’originale, ma anche questo è un difetto marginale. Il fondo della vettura è poco rifinito, anche se alcuni particolari verniciati tentano di migliorarlo.

Batmobile_particolariBatmobile_fondo

In conclusione, questa Batmobile è un buon modello, forse più adatto ai collezionisti di Action-figures cinematografiche che di automobili, ma che sicuramente rappresenta una simpatica curiosità che non sfigurarerà nelle vetrine degli appassionati di automodelli “normali”, in particolare se esposta accanto a qualche vettura americana degli anni ’60, magari nella livrea della polizia!

Batmobile_dinamica1

 

1955 Lincoln Futura Concept Car

Una bella foto della Lincoln Futura dall’archivio della Ford

468 ad