AUTO MOTO D’EPOCA Padova 2011

La mostra dedicata alla auto e moto d’epoca che si è svolta a Padova dal 27 al 30 ottobre nei padiglioni dela Fiera, ha suscitato un vivo interesse e non ha certo deluso gli appassionati, molti provenienti anche dall’estero. L’impressione comunque è stata di una presenza leggermente inferiore agli altrri anni ,sia per quanto riguarda gli espositori che i visitatori. La crisi si sente anche in questo settore. Se ci permettete un appunto diciamo che savremo gradito una maggiore sensibilità nei riguardi delle ricorrenze automobilistiche in quanto il 2011 rappresentava il cinquantesimo compleanno per parecchie auto piuttosto rappresetantative: Fiat 1300-1500, Renault 4, Simca 1000, Volkswagen 1500; il settantesimo compleanno della Jeep,  i cento anni dalla fondazione della Chevrolet.

Padova ott 011 201-1

 

La Lancia Astura Ministeriale Boneschi del 1938 non passava inosservata in tutta la sua elegante imponenza. Monta un raffinato motore di circa 3000 cc ad 8 cilindri a V dalle dimensioni compatte

Padova ott 011 160-1

Il cruscotto della Lancia Astura ministeriale ha senz’altro una ricca strumentazione

Padova ott 011 002-1

Gli appassionati si sono sottoposti con  pazienza ad una lunga attesa, prima di respirare l’atmosfera speciale che si percepisce ogni anno alla Fiera di Padova, durante questa ormai ben nota mostra

IL GRUPPO FIAT

Il gruppo Fiat per dare risalto alla nuova Lancia Thema aveva preparato un bella mostra di autovetture Lancia del passato tra le quali spiccavano la Lancia Olgiata di Pininfarina, una bella Astura IV serie del 1938 e le Thema Station Wagon e 8.32.

Padova ott 011 227-1

La raffinata meccanica di origine Ferrari della Lancia Thema 8.32 allestimento Limited che era una Thema seconda serie nel colore rosso Ferrari ed era prodotta in serie limitata e numerata

Padova ott 011 226-1

La Lancia Gamma Olgiata disegnata con mano felice dalla Pininfarina nel 1982 non ebbe seguito produttivo e rimase un esemplare unico come la Lancia Gamma Scala a tre volumi del 1980

Padova ott 011 190-1

La Lancia Ardea II°serie del 1942 era una piccola auto raffinata, come mostra il martinetto sollevatore fisso, sistemato sotto il pianale e che permetteva di sollevare l’auto da entrambi i lati

Per la sezione dedicata all’Alfa Romeo erano in esposizione tre fantastiche dream car: la 33 di Pininfarina, la Carabo di Bertone e la Iguana della Italdesign. Accanto alla attuale Giulietta erano esposte le indimenticabili 2300 GT 1934 carrozzeria Castagna, la 8C 2900 B Specale Le Mans 1938 di Touring e l’Alfetta 159 campione del mondo nel 1951.

Padova ott 011 265-2

 Le tre splendide dream car dell’Alfa Romeo: l’Iguana di Italdesign del 1969, la Carabo di Bertone del 1968 e la 33 Coupè di Pininfarina del 1969, tutte sulla meccanica della potente 33 stradale

Lo spazio dedicata al marchio Fiat era dedicato al tema della auto familiari e vicino al  nuovo Freemont si potecano ammirare la 130 familiare realizzata per Umberto Agnelli, la 500 C Belvedere Legno, la 2100 familiare e la 1100 R familiare (con la verniciatura in azzurro metallizzato  in quanto era un’auto che era stata utilizzata dalla RAI).

Padova ott 011 264-1

Da sinistra la Fiat 500 C Belvedere Legno del 1950 e la 2100 Familiare del 1960, due indimenticabili familiari del passato a dalla grande personalità

Padova ott 011 256-1

La 130 Familiare del 1972 prodotta per il Dott. Umbero Agnelli era senz’altro una bella sorpresa per chi é appassionato di auto rare ed esclusive. Peccato che non sia mai stata prodotta in serie

Era presente anche il marchio Jeep con la Jeepster del 1950, la Super Wagonner del 1967 e la Renegade I del 1970. Molto significativa era la presenza dell’ASI con uno stand che presentava una Lancia Lambda 8° serie del 1929 carrozzata in Inghilterra da Maytorn & Son, con copertura Weymann e nello stato orginale  di conservazione. Accanto alla Lancia si potevano vedere una bella e raffinata motocicletta Della Ferrera 350 super sport bitubo del 1932 e un innovativo, per l’epoca, ciclomotore Motomic  48  del 1947.

Padova ott 011 260-1

La Jeep Super Wagoneer del 1967 é una pietra miliare nella lunga storia del marchio Jeep. Il Wagoneer venne prodotto dal 1963 al 1991, divenendo uno degli autoveicoli made in USA più longevi

La presenza ASI

Padova ott 011 272-1

Lancia Lambda 8° serie del 1929 carrozzata in Inghilterra da Maytorn & Son, con copertura Weymann. Era presentata non restaurata, ma conservata, nello spazio espositivo ASI dove si potevano ammirare anche due interessanti motoveicoli: la mtocicletta 350 Super Sport “bitubo”del 1932 prodotta dalla torinese Della Fererera e  l’innovativo ciclomotore Motomic del 1948

Sempre forte la presenza dei club con pezzi decisamente pregevoli e dei commercianti del settore sempre ricchi di proposte allettanti, ma a prezzi, a nostro parere, sostenuti. Migliori affari si potevano fare nello spazio esterno dove si potevano trovare autoveicoli di ogni sorta, in differenti condizioni e spesso non comuni. Ampio spazio era dedicato ai ricambi, alle pubblicazioni ed ai motoveicoli. Piuttosto interessante era la sezione dedicata al modellismo ed ai giocattoli d’epoca della quale parleremo in un articolo specifico.

UN’OCCHIATA ALLE BELLE Italiane del passato…

Padova ott 011 284

Una Fiat 519 B Torpedo del 1925 che era impreziosita dalle coccarde tricolori del 150° anninversario dell’Unità d’Italia. Era un’auto di lusso con un motore a 6 cilindri con una cilindrata di 4766 cc

Padova ott 011 233-1

Una bella Ferrari 166 Inter Berlinetta riesce sempre ad attirare l’attenzione con la sua bella e filante carrozzeria disegnata e realizzata dalla apprezzatissima carrozzeria Touring

Padova ott 011 195-1

LAutobianchi Stellina nella sua ultima variante con motore portato a 800 centimetri cubi. Non fu un  successo in quanto la filante carrozzeria in vetroresina si abbinava ad una meccanica modesta

Padova ott 011 297

La rara ed elegante Fiat 1100 eleborata da Stanguellini con carrozzeria Bertone del 1947 é senza dubbio un’autovettura dalla forte personalità

Padova ott 011 211-1

A questa Lancia Aprilia carrozzata ed elaborata Basso, alla fine degli anni 40, per decisione del primo proprietario, venne sostituito il motore originario con quello della Lancia Aurelia prima serie

Padova ott 011 343-1

La Fiat 1100 TV carrozzata da Vignale su disegno del poliedrico Michelotti nel 1954 si distingueva per la linea sportiva che la rendeva completamente diversa dalla berlina dalla quale derivava

Padova ott 011 141-1

L’Alfa Romeo 2000 spider Touring elaborata da Luigi Segale nel 1960 é un inconsueto esemplare unico. La linea originale é completamente stravolta con un risultato neppure spiacevole

Padova ott 011 139-1

La Fiat 1500 coupé di Vignale ebbe una discreta diffusione ed era apprezzata da chi cercava un’auto dalla linea più filante e più italiana pur utilizzando la brillante meccanica della media Fiat

 Padova ott 011 342-1

Sicuramente non fu un’impresa facile realizzare un coupé sul corto pianale della Fiat 500, ma si può dire che la torinese Moretti ne uscì piuttosto bene.

Padova ott 011 224-1

Una piacevole ambientazione d’epoca con tre veicoli sportivi :l’Alfa Romeo Duetto 1750 del 1969 e le motociclette Motobi SS 200 del 1967 e Mondial TV 175 del 1960

Padova ott 011 331

L’Iso S4 Fidia era un’auto gran turismo dalle notevoli dimensioni e con motorizzazione a 8 cilindri a V di origine Chevrolet con una cilindrata di  oltre 5300 cc. Non ebbe certo una grande diffusione

UNA tra le numerose curiosità…

Padova ott 011 259-1

Il veicolo trasporto del latte Michwägeli, realizzato dalla Carrosserieweke Langental di Berna su base Fiat 500 Topolino A, venne utlizzato per anni dalla famiglia Bärtschi. Ne vennero prodotti due esemplari, uno con le porte ed uno senza ed il sedile del guidatore era quello di un motociclo

Padova ott 011 005

Uno dei grandi padiglioni destinati ai ricambi ed accessori, dove gli appassionati vanno alla ricerca di  quanto manca per completare un restauro od abbellire il proprio autoveicolo d’epoca

UNO SGUARDO SUL mondo…

Padova ott 011 140-1l

 Le Jaguar sportive della serie XK mantengono intatto negli anni il loro fascino, in quanto rappresentano molto bene il gusto anglosassone dell’epoca per le auto sportive

Padova ott 011 196-1

Un simpatico accostamento tra la Jaguar E, che festeggia 50 anni dall’anno della presentazione al pubblico e un noto estimatore dell’auto sportiva inglese, il famosissimo Diabolik, un re dei fumetti

Padova ott 011 354

La Simca 6 CV 4 porte del 1935 non era altro che la variante prodotta in Francia della nostra Balilla e si distingueva in alcuni dettagli come le profilature cromate sul cofano ed ovviamente il marchio

Padova ott 011 144-1

Una grande esposizione di Rolls Royce, messe in vendita da uno specialista della blasonata auto inglese, attirava l’attenzione degli amanti delle auto di classe del passato

Padova ott 011 205-1

Da sinistra l’Oldsmobile Series 76 De Luxe del 1946 e la Buick Roadmaster Station Wagon del 1951. L’Oldsmobile ha un motore a 6 cilindri di 3900 cc e la Buick un 8 cilindri in linea di oltre 5200 cc.

Padova ott 011 138-1

La Studebaker President del 1959, ricca di cromature, monta un motore é un 8 cilindri  di 4700 cc.. La carrozzeria e la meccanica vennero condivise dalla Packard Clipper sino al 1958

Padova ott 011 349-1

Piuttosto rara senz’altro la Bmw 502 V8  Cabriolet 1960, realizzata dalla carrozzeria tedesca Autenrieth. Era un’ esclusivo cabriolet a 4 porte ed il prezzo era piuttosto elevato

Padova ott 011 358

La Oldsmobile Delta 88 Royale del 1979 era senza documenti e targhe, ma in buone condizioni ed una chilometraggio non elevato. All’epoca la Delta 88 era disponibile anche con motorizzazione diesel

Padova ott 011 282-1

L’Audi 90 Quattro IMSA GTO sviluppava una potenza di ben 720 CV, con un motore turbocompresso di soli 2190 centimetri cubi ed era praticamente imbattibile nelle gare piovose

Padova ott 011 337-1

La Mc Laren M1 C del 1967 monta un motore di origine Chevrolet 8 cilindri con una cilindrata di circa 6000 cc ed é stata utlizzata nella gare della Can-Am. E’ stata prodotta in 25 esemplari

GLI Specialisti..

Padova ott 011 204-1

 La scocca abbigliata dell’Aston Martin DB4 Vantage convertible del 1961, restaurata dalla Touring Superleggera, mostrava le caratteristiche di un restauro certificato  dalla Touring stessa

Padova ott 011 206-1

Lo specialista delle ruote a raggi, Borrani, esponeva una magnifica Austin Healey 3000 MK III del 1966, che ovviamente calzava delle splendide ruote a raggi firmate Borrani. La ruota a raggi Borrani é composta da 141 pezzi  e il montaggio e la centratura vengono ancora eseguite manualmente

LE DUE RUOTE d’epoca…

Padova ott 011 363

L’Aquilotto della Bianchi é stato in Italia uno dei ciclomotori  più diffusi,  grazie ai suo contenuti costi di utilizzazione. La trasmissione é a rullo, il motore a due tempi ha una cilindrata di 45 cc

Padova ott 011 364

Delle biciclette d’epoca utilizzate per svariati scopi tra i quali non manca quello musicale

Padova ott 011 362

Il Morini Corsaro ZZ é stato uno dei mezzi di trasporto più amati dagli adolescenti degli anni ’60, grazie al fatto di essere l’unico ciclomotore sportivo dotato di un brillante motore a quattro tempi

Padova ott 011 367

La motocicletta Bianchi MT 61 del 1961 era stata progettata in modo specifico per l’utilizzo da parte dell’esercito. Ha un motore a quattro tempi monocilindrico con una cilindrata di 318 cc

Padova ott 011 366-1

Lo scooter Innocenti Lui era stato disegnato dalla carrozzeria Bertone, ma non ebbe il successo che ci si aspettava, anche per qualche difetto strutturale oltre ad essere meno pratico della Lambretta

Padova ott 011 143-2

La Vespa 50 Elestart del 1972 aveva l’avviamento elettrico, ma non fu apprezzata per nulla. E pensare che oggi é impossibile vendere uno scooter senza avviamento elettrico…

468 ad