Asta RM Auctions – Sotheby’s

 

Come di consueto da qualche anno a questa parte, la prima settimana di febbraio ha radunato a Parigi il fior fiore delle case d’aste con un’offerta di elevato interesse : ancora una volta i più famosi collezionisti si sono combattuti a suon di incredibili rilanci per vetture spesso uniche, stabilendo record mondiali a sostegno della continua crescita del mercato.  Anche se in realtà il mercato sembra orientarsi sempre più verso pezzi di comprovata qualità e pedigree, tralasciando vetture la cui storia non sia del tutto garantita od il cui restauro sia stato eseguito con la pur minima “libertà”. Le vetture di “normale” produzione hanno registrato una “frenata” : spesso aggiudicate a valori inferiori o al minimo delle ottimistiche stime, o invendute, anche a fronte di un eccesso di offerta. Resta vivo il fenomeno delle “barn find” ossia le vetture ritrovate “intatte o quasi” dopo una sosta pluridecennale in qualche fienile o box abbandonato : le quotazioni spesso hanno superato ogni logica, oltrepassando quelle di vetture già restaurate e pronte all’uso. Il 3 febbraio RM Auctions – Sotheby’s ha dato il via alla maratona parigina: sotto la consueta tensostruttura di Place Vauban, all’ombra del Dome des Invalides, una sessantina di vetture hanno attirato gli sguardi degli appassionati di tutto il mondo.  Interessante la composizione dell’offerta : dei pezzi di alto pregio (tra cui Porsche 550, BMW 507, Ferrari 400 Superamerica), un interessante poker di rare ultracentenarie (Bardon, Créanche, Vallée, Raynaud), un drappello di belle vetture anteguerra (tra cui Invicta, Peugeot 601, Chrysler 75), la consueta coorte di Ferrari, Maserati, Lamborghini, Porsche etc più o meno recenti ed infine delle autentiche “ciliegine sulla torta” quali una Kaiser Darrin, un’Abarth 2200 Allemano, una Ghia L6.4 od una Stanguellini formula Junior. Alta la percentuale di aggiudicazione, anche se a volte al di sotto del valore di stima, ben sette vetture hanno oltrepassato il milione di euro, invenduta l’Alfa 6c2500 Villa d’Este.

Testo e foto di Fabrizio Panico

Ferrari-400_Superamerica-coupé_aerodinamico_lwb-1962

 Ferrari 400 Superamerica coupé Aerodinamico Lwb 1962

Abarth-2200-coupé-Allemano-1960

Abarth 2200 coupé Allemano 1959

BMW-507-roadster_hardtop-mk2-1957

BMw 507 roadster hardtop MK II 1957

Kaiser-cabriolet-Darrin-1954

Kaiser cabriolet Darrin 1954

Porsche-typ_550-spyder-Wendler-1955

Porsche typ 550 spyder Wendler 1955

RM_Auctions_Sotheby's-2016

Da sinistra Raynaud Vis- á-Vis Prototype 1896,  Peugeot 601 Roadster 1934 e Chrysler Series 75 Roadster 1929

Créanche-type_A_4hp-voiturette-1900

Créanche type A  4HP  Voiturette 1900

Raynaud-vis_à_vis-prototype-1896

Raynaud Vis- á-Vis Prototype 1896

468 ad