Alfa Romeo 33 Coupe Speciale Pininfarina – AIQ Scale Models 1 : 18

La splendida Alfa Romeo 33 stradale, coupé ad altissime prestazioni disegnato da Franco Scaglione e presentata dalla Casa del Biscione nel 1967, fu subito oggetto di attenzioni da parte dei maggiori carrozzieri italiani. Bertone e Pininfarina si cimentarono sul telaio dalla 33 nel 1968, creando rispettivamente la bellissima Carabo e la 33 Spider Special; Giugiaro, con la sua appena nata Italdesign, presentò nel 1969 la Iguana, praticamente in contemporanea con Pininfarina che, al Salone di Parigi, propose una nuova interpretazione della coupé milanese, con la 33 Coupé Speciale. Le linee della vettura, disegnata da Leonardo Fioravanti, riprendevano quasi in toto quelle di un precedente concept, la Ferrari P5, modificandone però il frontale e la coda. Verniciata in un acceso giallo acido, la vettura vantava un’ottima profilazione aerodinamica, ma era penalizzata da linee un po’ barocche e ancora legate alle tendenze degli anni ’60 e, osservata accanto alle sue rivali Carabo e Iguana, risultava meno affascinante.

The lines of the car, designed by Leonardo Fioravanti, take up almost entirely those of a previous concept, the Ferrari P5, however, changing its front and rear ends. Painted in bright yellow acid, the car boasted excellent aerodynamic profiling, but was penalized by lines a bit ‘Baroque and still tied to the trends of the 60s and, viewed alongside his rivals and Carabo Iguana, was less fascinating.

alfa33-copertina

In the world of the models in scale the 33 Coupé Speciale has been reproduced at the time in  1:43 scale from Mercury, with a die-cast model with opening parts, then in kit by Alezan and recently by Spark, with a good resin model. Recently, the new brand AIQ Scale models has presented a good scale model 1:18, made of resin. The model is available both in red and in the characteristic Alfa acid yellow color, like the one we are about to examine.

Nel mondo del modellismo la 33 Coupé speciale è stata riprodotta, all’epoca, in scala 1:43 dalla torinese Mercury, con un modello pressofuso con parti apribili, successivamente in kit da Alezan e recentemente da Spark, con un buon modello in resina. Da poco, il neonato marchio AIQ Scale Models ne ha presentato una buona riproduzione in scala 1:18, realizzata in resina. Il modello è reperibile sia in rosso Alfa che nella caratteristica colorazione giallo acido, come quello che andiamo ora ad esaminare.

alfa33-trqmuso alfa33-trqcoda

Il modello è venduto fissato su una base rivestita in “tessuto” argentato e riportante la targhetta con il numero di serie del modelllo. L’insieme è piuttosto pesante, come capita spesso per i modelli realizzati in resina: notiamo subito l’ottima verniciatura, molto liscia e lucida.

alfa33-fiancodx

alfa33-fiancosxLa linea è ben riprodotta, le proporzioni sono rispettate e le ampie superfici vetrate sono perfettamente trasparenti, poco deformanti e ben posizionate. Molto belle anche le ruote, caratterizzate dai tipici cerchi Alfa Romeo, che calzano pneumatici ben fatti e realistici.

alfa33-muso

Il frontale del modello è caratterizzato dalla sottile calandra convessa, con al centro il tipico scudetto Alfa; quest’ultimo è però in posizione un po’ troppo verticale rispetto a quello della vettura originale, più inclinato in avanti. Le piccole luci di posizione sono applicate e non manca il marchio Alfa Romeo al centro del cofano. Molto bello il tergicristallo a pantografo, realizzato in fotoincisione.

alfa33-codaLa fanaleria di coda è ben riprodotta, così come i due tubi di scarico cromati che fanno capolino da sotto la coda. Il logo Alfa Romeo sul cofano motore è realizzato con una decal: avremmo preferito una fotoincisione adesiva, più “tridimensionale”.

alfa33-interno2

alfa33-interno

Gli interni sono realizzati in maniera accurata: bello il colore dei rivestimenti e ben fatto il tessuto scozzese dei sedili. Solo la leva del cambio è un po’ troppo massiccia. Il volante non è male ed Il cruscotto, di forma avvolgente, presenta la strumentazione realizzata con delle decals un po’ approssimative a dire il vero.

alfa33-motore

Su questo modello è anche possibile osservare la riproduzione del motore, grazie all’ampio lunotto. Non sono visibili i cavi delle candele, ma nel complesso i colori sono abbastanza realistici ed i dettagli sufficienti.

alfa33-copertina2

Il fondo del modello, come spesso accade sui modelli artigianali in resina, non presenta dettagli degni di nota.

alfa_romeo_tipo_33_2_coupe_speciale_8Una foto “ufficiale” della 33 Speciale Pininfarina

Nel complesso, AIQ ci ha presentato un modello di buona fattura, riproducente una vettura interessante che rappresenta un bel pezzo di storia della Casa di Arese. Sarebbe bello poter affiancare a questa 33 anche le sue “sorelle” Carabo e Iguana; chissà, magari, un giorno…

alfa33+33

La 33 Coupè Speciale Pininfarina a confronto con la 33 Stradale originale (modello AutoArt).
È decisamente difficile migliorare un capolavoro…

468 ad