60 anni FORD ANGLIA

La storia della Ford Anglia che vogliamo raccontarvi, affonda le radici fino al 1939, quando la vecchia Ford Y venne sostituita dalla Ford Anglia, che rimaneva alla base della gamma della Ford inglese. La guerra ne impedì una grande diffusione, ma nel 1946 tornò sul mercato con piccole modifiche estetiche, pur restando una tipica vettura degli anni Trenta. Nel 1953 fu sostituita da una più moderna e squadrata Ford Anglia, con appena qualche miglioria al motore a valvole laterali che ora sviluppava 36cv. La nuova Anglia 100E non soppiantò la vecchia, che – col nome Popular – rimase in listino fino al 1961 come una delle auto più economiche della Gran Bretagna. La nuova vettura ebbe un discreto successo, limitato tuttavia dal fatto che non era esportata nell’Europa continentale ma tutt’al più in alcuni Paesi del Commonwealth.

 

Compatta e spaziosa l’Anglia offriva 4 posti e un grande bagagliaio

Il cruscotto di una Anglia DeLuxe del 1964

Piuttosto tradizionale la meccanica, però con sospensioni McPherson all’avantreno

La versione 105E di cui ricorrono oggi i 60 anni è quella del 1959, una vettura relativamente moderna, verificata alla galleria del vento e dotata di un particolare inconfondibile ereditato da certe vetture del Gruppo Ford costruite Oltreoceano: il lunotto invertito. Con l’inclinazione invertita del lunotto si otteneva un padiglione piuttosto piatto che aumentava lo spazio per i passeggeri posteriori. Anche l’accesso al bagagliaio era garantito da un ampio cofano che sarebbe stato corto e poco pratico se la vettura avesse avuto un lunotto tradizionale. Sotto il cofano davanti c’era un 4 cilindri con valvole in testa da 39cv, che – abbinato al cambio a 4 marce in luogo delle 3 precedenti – le consentivano prestazioni onorevoli: 118 Km/h e 26,9 sec da 0 a 100 Km/h, mantenendo sempre consumi ridotti.

Fra i primi modellini quello della Dinky Toys inglese, in scala 1:43 (in realtà un poco più piccolo)

In scala H0 (1:87) troviamo questa piccola Ford Anglia della spagnola Eko

La plastica dell’Anglia della Norev, in scala 1:43, tende a deformarsi leggermente col tempo

The history of the Ford Anglia which we want to tell you, has roots that went back to 1939, when the old Ford Y was replaced by the first Ford Anglia, which stayed at the base of the British Ford range. The war prevented a large number of cars being produced, but in 1946 it went back on the market with minor cosmetic changes, while remaining a typical car of the 1930s. In 1953, it was replaced by a more modern and squared Ford Anglia, with just some improvements to the side valve engine that now developed 36cv. The new Anglia 100E did not supplant the old one, who – renamed Popular – remained in the price list until 1961 as one of the cheapest cars in Britain. The new car had some success, limited however by the fact that it was not exported to continental Europe but just in some Commonwealth countries.

La Ford Anglia della Politoys, in scala 1:41 ebbe alcune copie che vediamo sotto.

L’Anglia della greca Elvip era una grezza riproduzione del modello Politoys

La KDN-Minauto, di produzione cecoslovacca, era una copia esatta del modello Politoys

Molti stampi Politoys finirono in Messico, utilizzati dalla McGregor che aveva in catalogo l’Anglia

The version whose 60th birthday is today, is the 105E of 1959, a relatively modern car, tested in a wind tunnel with a particular unmistakable inherited from certain Ford group cars built overseas: the reversed rear screen. Thanks to the reversed inclination of the rear window the car had a rather flat greenhouse that increased the space for rear passengers. Access to the boot was secured by a large bonnet it would be shorter and impractical if the car had a traditional window. Under the front hood there was a 4-cylinder engine with overhead valves developing 39cv, which – mated to a 4 speed gearbox instead of the previous 3 – gave honorable performances: 118 Km/h and 26.9 sec from 0 to 100 Km/h, while maintaining low consumption.

La Ford Anglia della Matchbox era in una scala prossima all’1:76

Nel 1961 le fu affiancata la versione Estate, una station wagon che da noi prese il nome di “Quattrostagioni”, e nel settembre 1962 le venne affiancata una Anglia Super con motore di 1198cc con 46cv. Sulla Super la ruota di scorta era montata all’esterno con un continental kit.

I MODELLI

Appena lanciata sul mercato l’Anglia fu oggetto di riproduzioni da parte dei maggiori fabbricanti inglesi: Dinky Toys, Spot-On e Matchbox, mentre la Corgi Toys preferì una simpatica versione commerciale dell’Anglia, che prendeva il nome di Ford Thames: un camioncino del gelataio.

La Ford Anglia della Spot-On era realizzata nella scala 1:42, consueta solo per questo produttore

Ford Thames “Walls Ice Cream” della Corgi Toys, qui con adesivi originali Corgi sulle ruote

La Tri-Ang produsse una Anglia nella serie Minix in scala 1:76

Il successo della piccola Ford sul mercato continentale non fu ignorato da altri fabbricanti di modelli: in particolare Norev e Minialuxe in Francia, Anguplas ed Eko in Spagna (in scala piccola) e Politoys in Italia, per quanto quest’ultimo modello avesse un frontale piuttosto approssimativo e massiccio.

Con l’Anglia si è cimentata anche la Mattel nella serie Hot Wheels, in scala 1:66

Ford Anglia Minialuxe, in scala 1:43

Numerosi i furgoncini pubblicitari Anglia/Thames di Oxford, in scala 1:43

Pure Oxford ha prodotto un furgone del gelataio, diverso però dal modello Corgi. La scala è 1:43

La Cararama ha prodotto l’Anglia in versione DeLuxe con banda di colore sui fianchi, in scala 1:43

Numerosi anche i furgoncini prodotti dalla Lledo in scala 1:43 nella serie Vanguards

Nella serie Vanguards oltre alla berlina c’é anche la Super con Continental kit

La piccola Ford Anglia di Oxford, in scala 1:76

La Ford Anglia di Cararama in versione normale, monocolore, in scala 1:43

Ci risulta che solo un piccolo marchio di modelli speciali, Pathfinder, abbia realizzato la Ford Anglia Estate, ovvero la Quattrostagioni del 1961. Il modello, in tiratura limitata, oggi è raro.

Ford Anglia Estate, Pathfinder, 1:43

Il mito dell’Anglia è stato rinverdito in anni recenti da uno dei film della saga di Harry Potter, tanto che alcuni produttori hanno riprodotto la vettura di colore azzurro usata nel film. E’ il caso della serie Corgi Vanguards, per la quale è bastato riproporre il modello esistente. Diverso è il caso del modello Tomica (foto sotto), uscito recentemente con uno stampo tutto nuovo in scala 1:60 circa. Per chi vuole cimentarsi esiste perfino un Puzzle 3D con l’Anglia di Harry Potter (ultima foto in basso).

468 ad