60 anni Fiat 600 Multipla

Nel 1955 la Fiat metteva in produzione l’auto del «boom» economico: la “600”. Progettata da Dante Giacosa la 600 andava a sostituire l’anziana 500C belvedere (la berlina era già fuori produzione da un paio d’anni) con una vettura completamente nuova: nuova la filosofia, con il motore posteriore, nuova la carrozzeria, di tipo portante, nuovo il comfort per 4 passeggeri, con le sospensioni indipendenti sulle quattro ruote.

In 1955, Fiat put the car into production of the “boom” economic: the “600”. Designed by Dante Giacosa the 600 was going to replace the old lookout 500C  belevedere (the sedan was Already out of production for a couple of years) with a completely new car: new philosophy, with the rear engine, new bodywork, carrier type, new comfort for 4 passengers, with independent suspension on all four wheels.  Fiat presented a version derived from 600 during the 1956 Bruxelles Motor Show, called “Multipla”, because it was created to offer a lot of transport solutions to a wide audience of users: offered in two versions, one with two rows of seats a padded bench, for 4/5 persons with a large room for the rear luggage. The seats were folded and the car became almost a van, with a flow rate of about 400kg and were also tipper to form a kind of cot camping. The other version had 6 places instead of three rows of seats, of which the central ones and rear folding individually depending on the need for transport. The maximun speed od the Multipla was 90 km/h.

 

600 Multipla targa prova

Il motore a 4 cilindri, di 633cc, sviluppava 21,5 cv a 4600 giri e permetteva alla nuova utilitaria di  raggiungere i 95 km/h.

Brumm Fiat 600 D Multipla (2)
Fiat 600D Multipla, Brumm, 1:43

Brumm Fiat 600 & 600D Multipla

Modelli Brumm: a sinistra la Multipla 600D, a destra la 600: si notino i fanalini diversi.

Al Salone di Bruxelles del 1956 la Fiat presentava una versione derivata dalla 600, chiamata “Multipla”, perché era nata per offrire molte soluzioni di trasporto ad un’ampia platea di utilizzatori: offerta in due versioni, di cui una con due file di sedili a panchetta imbottiti, per 4/5 posti con un ampio vano per i bagagli posteriori. I sedili erano ripiegabili e la vettura diventava quasi un furgoncino, con una portata di circa 400kg ed erano altresì ribaltabili per formare una specie di branda da campeggio. L’altra versione aveva invece 6 posti su tre file di sedili, di cui quelli centrali e posteriori ripiegabili individualmente a seconda delle necessità di trasporto.La velocitá massima della Multipla era di 90 km/h.

fiat-600-multipla-disegno-interni1

Immagine da catalogo nell’allestimento 4/5 posti

L’allestimento che li conteneva, però, non era particolarmente attraente: Fiat aveva praticamente creato il primo piccolo monovolume in una lunghezza di appena 3 metri e mezzo, ma l’estetica, con la coda sfuggente che sembrava la parte anteriore di una vettura aerodinamica e il muso di aspetto curioso con fari leggermente sporgenti e non integrati nelle lamiere, non era il suo forte.

Insomma, una specie di brutto anatroccolo che, nonostante la praticità, tenne lontano più di un possibile acquirente. Tuttavia ebbe un discreto successo commerciale, soprattutto fra artigiani e piccoli commercianti e, in una particolare versione messa a punto dalla Fiat stessa, dai tassisti.

Fiat 600 Multipla taxi folder

Catalogo originale Fiat della versione Taxi

Fiat 600 Multipla taxi (1)

Posto guida della versione Taxi, con il tassametro lato ruota di scorta. L’esemplare in foto é quello di proprietá della Mini Miniera

Miniminiera 600 M Taxi (13)

La 600 D Multipla Taxi, Miniminiera 1:18. Il conducente si poteva acquistare a parte.

Nel 1960 ricevette le stesse migliorie della 600D, col motore di 767cc da 29 cv a 4800 giri, una velocità massima che raggiungeva i 105 km/h e si distingueva dalla precedente per i fanalini anteriori e di coda e le nuove coppe coprimozzo. In totale furono circa 170.000 le 600 Multipla prodotte in 9 anni.

I Modelli in scala

I primi modellini della Multipla vengono da Torino: la Mercury crea uno dei suoi modelli più belli nella serie in scala 1:48, venduto in livrea bicolore e dotato, caso unico nella serie, di due file di sedili di plastica all’interno. In totale si contano 32 combinazioni di colore con o senza questi sedili.

Mercury 600 Multipla

Fiat 600 Multipla, Mercury, scala 1:48. Solitamente era fornita di sedili ma esiste anche senza.

21949_2
Frontale della 600 Multipla Scottoy, 1:48, monocolore con vetro e volante

L’altra azienda è la Pocher, che non ha  ancora accordi con la Fiat per la fabbricazione dei grossi modelli in scala 1:13. Le sue Multipla sono in scala 1:80 e senza finestrini trasparenti, ma costituite da due parti che potevano essere di colore diverso, anche queste combinate fra loro, probabilmente a caso. Questi modellini venivano regalati ai visitatori dello Stand Fiat al Salone Internazionale dell’Automobile di Torino del 1958 e 1959.

Pocher 600 Multipla

Due diverse 600 Multipla della Pocher, in scala 1:80

Poco tempo dopo la Multipla fu oggetto di riproduzione da parte di un produttore straniero: si tratta del modello in scala 1:42 prodotto dalla Spot-On, azienda sita nell’Irlanda del Nord. Seguì un modello in scala 1:32 della Ingap. Era semplice ma catturava bene l’estetica della vettura. Ad esso seguì una miniatura della F.I.P., una marca di cui si sa poco: era in scala 1:55 circa e, non fosse per i fanalini della 600D, si direbbe una copia ridotta della Mercury. Molte finirono nelle scatole di detersivi che, a cavallo fra gli anni Cinquanta e Sessanta, spesso contenevano dei giocattolini a sorpresa per i bambini.

Spot On Fiat 600 Multipla

La Fiat 600 Multipla della Spot-On, 1:42, in una curiosa colorazione gialla

FIP Fiat 600 Multipla

Fiat 600D Multipla, FIP, 1:55

Ingap Fiat 600 Multipla

Fiat 600 Multipla, Ingap, 1:32

APS Fiat 600 Multipla

Fiat 600 Multipla, APS, 1:77

Di quel periodo é anche la Fiat 600 Multipla della Eko, in scala 1:86. Era prodotta in Spagna ma era marcata Fiat e non Seat, perché l’azienda spagnola non produceva la Multipla in loco. Negli anni Settanta la Politoys Export pose in vendita il furgoncino Fiat 600T, che era un derivato della 600 Multipla ma con una estetica più felice, che non venne adottata dalla piccola monovolume. In tempi recenti è la tedesca Brekina ad aver ripresentato un modellino della Multipla in scala 1:87, con alcune versioni Taxi che potranno simpaticamente sostare davanti alle stazioni dei nostri trenini elettrici.

Eko Fiat 600 Multipla

Fiat 600 Multipla, Eko, 1:86

Brekina 600 Multipla R

Brekina Fiat 600D Multipla e Taxi Torino (sotto) in scala 1:87

Brekina Fiat 600 Multipla taxi Torino (1) Politoys Export Fiat 600T

Fiat 600T ACI, Politoys Export, 1:43. I fari e la mascherina in questo modello sono stati dipinti in argento.

Edison Fiat 600 van

Fiat 600 Multipla Coriasco promozionale Edison, 1:43

Occorse attendere che la Multipla diventasse un’auto d’epoca per vederla tornare sui cataloghi dei produttori. Il primo a metterla in commercio è stata la Giocher, con un modello piuttosto curato ma con una estetica non del tutto indovinata. Migliore e inedito per i suoi tempi era il furgoncino 600 Coriasco che Giocher propose in una miriade di belle pubblicità. La Multipla più bella tra quelle in scala 1:43 é attualmente quella della Brumm, offerta nella versione normale e “D” in varie combinazioni bicolori e molte versioni pubblicitarie, oltre all’allestimento Taxi. Si tratta di un modello “sempreverde” che il produttore di tanto in tanto ripropone con una nuova versione. 

Giocher 600 Multipla ACI

Fiat 600 Multipla ACI Modena, Giocher, 1:43

Giocher Fiat 600M

Coriasco Fiat 600 Multipla furgoncino “Liquigas” e “Star”, Giocher, 1:43

Brumm Fiat 600 Multipla Oliofiat (1)

Fiat 600 Multipla “Oliofiat”, Brumm, 1:43

Brumm Fiat 600 M Cimbali

Fiat 600 Multipla “La Cimbali”, Brumm, 1:43

Brumm Fiat 600 Multipla Chi fermerà

Fiat 600D Multipla “Pooh”, Brumm, 1:43. E’ la più recente versione di Brumm.

Nelle iniziative editoriali apparse negli ultimi anni troviamo altre due 600 Multipla. Una della  Norev, discreta ma non del tutto convincente nell’assetto delle sospensioni posteriori e l’altra della  IXO, uscita in più versioni, compresa quella pubblicitaria che presentiamo.

Norev Fiat 600 M 1956

Fiat 600 Multipla, Norev, 1:43

Fabbri Fiat 600 Multipla

Fiat 600D Multipla, Leomodels  per la collezione AutoVintage delle casa editrice Centauria, scala 1:24. Lo stesso modello in scala, ma in un’altra colorazione, faceva parte della raccolta  Le auto piú amate dagli italiani  distribuita dalla casa editrice Fabbri.

IXO Fiat 600 M Hausbrandt

Fiat 600D Multipla “Hausbrandt”, IXO, 1:43

Molto interessante e coraggiosa la scelta di Miniminiera di riprodurre la Fiat 600 Multipla in scala 1:18 in metallo pressofuso. Apparsa per la prima volta come Taxi, fu seguita dalla versione normale e da alcune livree pubblicitarie (Rai e Gazzetta dello Sport fra le altre) e poi dalla speciale versione Jolly prodotta dalla Ghia in occasione dell’esposizione “Italia ’61” tenutasi a Torino per il Centenario dell’Unitá d’Italia. Per questo modello potevano essere acquistate a parte le figurine del conducente, di Gianni Agnelli e di una dama che ricordava Jaqueline Kennedy.

Miniminiera Fiat 600 Mutlipla

Sopra e sotto: la 600D Multipla di Miniminiera, in scala 1:18

Very interesting and courageous choosing Miniminiera to reproduce the Fiat 600 Multipla 1:18 scale die-cast metal with opening parts. He appeared for the first time as a Taxi, was followed by the normal version and some advertising liveries (Rai and Gazzetta dello Sport among others) and then by the Special Jolly version produced by Ghia at the exhibition “Italia’61” held in Turin for the centenary of the Unification of Italy. For this model could be purchased separately figurines driver, Gianni Agnelli and a lady who reminded Jaqueline Kennedy.

Miniminiera Fiat 600 Mutlipla (1)Miniminiera Fiat 600 Italia61 600 D Multipla Jolly Ghia “Italia 61”, Miniminiera, 1:18

La Miniminiera ha quindi prodotto un furgoncino funebre Coriasco, un pubblicitario di una azienda di mangimi e, novità 2016, il camioncino a cassone, pure di Coriasco su base 600 Multipla.

Miniminiera 600 Coriasco

Coriasco 600 Multipla carro funebre, Miniminiera, 1:18

Miniminiera Fiat 600 camioncino Coriasco (3)

Coriasco 600 Multipla camioncino, Miniminiera, 1:18

5558732498_1803c5f10b_o

La 600 Multipla della carrozzeria Boneschi, Mini Miniera, scala 1:18

DSCN4809

600 Multipla edizione limitata per i 60 anni, Mini Miniera, scala 1:18

foto5

La Fiat 600 D Multipla Taxi di proprietá de la Mini Miniera

468 ad